Pubblicità

Sigarette elettroniche, un modo per smettere?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 424 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Uno studio dell'Università di Catania sembra confermare l'efficacia della sigaretta elettronica come strumento per smettere di fumare. La ricerca, pubblicata su BMC Public Health da Riccardo Polosa e dai suoi colleghi, integra i dati di chi ha smesso di fumare definitivamente e di coloro i quali hanno ridotto sensibilmente l'uso delle sigarette vere e proprie. Nel complesso, si registra una diminuzione pari al 55 per cento.

 

 

Lo studio è stato presentato durante un incontro della Società per la ricerca sulla nicotina e il tabacco che si è tenuto ad Antalya, in Turchia.
È in corso un'altra sperimentazione, sempre italiana, nata dalla collaborazione fra Istituto Europeo di Oncologia, Istituto San Raffaele e Centro Cardiologico Monzino, che prevede l'arruolamento di 126 fumatori che consumano almeno 10 sigarette al giorno da 10 anni. I ricercatori divideranno i partecipanti in due gruppi; al primo verrà proposta una terapia comportamentale per smettere di fumare, al secondo, al counselling del personale medico si aggiungerà anche l'uso della sigaretta elettronica. Il test durerà 2 mesi con un follow-up di 6 mesi. Carlo Cipolla, direttore dell'Unità di Cardiologia e del Centro Antifumo dell'IEO, spiega:

 

 

Tratto da: "italiasalute.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Dissociazione

La dissociazione come alterazione della struttura psichica e immagini contraddittorie di Sè. Il termine dissociazione in psicopatologia e psichiatria è identif...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

News Letters

0
condivisioni