Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sindrome da stanchezza cronica

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 227 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

PSICONLINE® NEWS n. 86 - 18.11.2001

E' stata considerata in molti modi, da malattia invalidante ad invenzione superflua dei medici..Ma la sindrome da stanchezza cronica ("CFS" nella letteratura specialistica anglosassone - Chronic Fatigue Sindrome) sembra riscuotere sempre più l'attenzione di medici e psicologi, tanto che la stessa rivista della American Medical Association ha dedicato il mese scorso a questo disturbo un lungo articolo basato su studi condotti recentemente nell'ambito dei trattamenti terapeutici utilizzati finora in questo campo.
Questa sindrome rappresenta un complesso sintomatico di tipo cronico che si manifesta con stanchezza, sonnolenza, sonno disturbato, irritabilità, riduzione della concentrazione ed attenzione associati ad algie dell'apparato muscolo-scheletrico.Le cause sono ancora sconosciute ma gli esperti considerano una gamma di possibili determinanti tra cui fattori ormonali, immunologico-virali e problematiche di natura psicologica. La dr.ssa Penny Whiting, dell'Università diYork (GB), ha analizzato i risultati ottenuti da un vasto campione di persone con diagnosi di CFS cui sono stati somministrati diversi tipi di trattamento, farmacologici e psicologici. Attualmente, infatti, i trattamenti utilizzati consistono essenzialmente in terapie comportamentali, terapie farmacologiche basate su somministrazione di antidepressivi e corticosteroidi e regimi dietetici particolari.

I trattamenti psicologici utilizzati nella ricerca consistevano solitamente nell'applicazione quotidiana a compiti specifici che miravano ad aumentare il livello di coinvolgimento dei soggetti con l'obbiettivo di migliorare le loro prestazioni cognitive, oppure venivano proposti approcci più direttamente psicoterapeutici di tipo comportamentale, in cui i fattori centrali erano il rapporto col terapeuta e la discussione di aspetti cognitivi e motivazionali collegati alla condizione di malessere.

Dai risultati ottenuti comparando le terapie sia farmacologiche che psicologiche è emerso che alcuni trattamenti di questo secondo tipo possono fornire buoni risultati per fronteggiare efficacemente la sindrome da stanchezza cronica.

(tratto da: "Chronic Fatigue Syndrome: What Works?" - Healthfacts - Oct.2001)


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura che ai miei figli suc…

Giovi, 43     Buongiorno, le scrivo perché la mia vita sta diventando impossibile. La stanchezza si sta impossessando di me e ogni giorno è sempr...

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni