Pubblicità

'Sindrome Della Parolaccia' Per 600 Mila Italiani, Cure Top a Milano

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 301 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sembrano pacifici, ma all'improvviso si trasformano: fanno smorfie, agitano le mani e scuotono le spalle mossi da tic irrefrenabili. E nei casi più gravi iniziano a toccare o ad annusare chi li circonda, oppure a tossire, grugnire o abbaiare, ripetono parole o fanno il verso agli altri, pronunciano frasi scurrili e persino bestemmie. La 'sindrome della parolaccia' è una malattia reale e si chiama 'sindrome di Gilles de la Tourette', dal medico francese che l'ha descritta per la prima volta nel 1885.

Ha colpito nomi illustri quali Mozart, lo zar Pietro il Grande e Moliére, e in Italia fa registrare "500-600 mila pazienti, di cui 150-200 mila gravi e 60-70 mila gravissimi". E' "4 volte più diffusa tra gli uomini che fra le donne", compare "nei bambini di 5-7 anni e in un caso su tre continua nell'età adulta". A disegnare l'identikit di questi malati spesso "incompresi e rifiutati", che "per 4-5 anni in media restano orfani di diagnosi", sono gli esperti dell'Irccs Galeazzi di Milano, oggi nel capoluogo lombardo in vista di un convegno internazionale in programma in istituto sabato 22 novembre.

Tratto da "yahoo.com" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters

0
condivisioni