Pubblicità

Smettere di fumare? Questione di volontà

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 489 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Smettere di fumare è possibile, anche se difficile. A rendere il compito ancora più arduo, ci si mettono poca forza di volontà e un elevato livello di dipendenza. A renderlo noto un'indagine della fondazione Umberto Veronesi nell'ambito della Campagna No Smoking Be Happy.
Obiettivi dell’indagine, che ha coinvolto mille persone tra i 30 e i 64 anni, fumatori ed ex fumatori, capire i motivi per cui gli italiani non riescono a smettere di fumare e il ruolo delle campagne antifumo. 

Tra le persone che hanno provato ad abbandonare il vizio del fumo, solo il 22,2% ha avuto successo, mentre il 54,5% ha fallito. Il 23,3% degli intervistati che non ha mai provato a smettere di fumare, ha affermato di non aver nessun interesse a farlo (37,3%) oppure che il fumo è un piacere al quale non sa rinunciare (27,9%). Questo risultato è in linea con il fatto che chi prova a smettere ha  poca forza di volontà per perseguire l’obiettivo (58,2%) o ha una dipendenza psico-fisica che non vuole, o riesce, a combattere (22,9%).

 

 

 

 

Tratto da: "sanihelp.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters

0
condivisioni