Pubblicità

Sonno e buonumore apportano benefici alla memoria

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 255 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Un gruppo di psicologi ha trovato forti associazioni tra la memoria di lavoro,  un elemento fondamentale di una mente funzionante e tre fattori legati alla salute: il sonno, l'età e l'umore depresso. Il team riferisce inoltre che ognuno di questi fattori  viene associato a diversi aspetti della memoria di lavoro.buonumorefw


La memoria di lavoro è la parte della memoria a breve termine che memorizza e gestisce temporaneamente le informazioni necessarie per compiti cognitivi come l'apprendimento, il ragionamento e la comprensione.

La memoria di lavoro è criticamente coinvolta in molte funzioni cognitive superiori, tra cui l'intelligenza, la risoluzione dei problemi creativi, il linguaggio e la pianificazione delle azioni. Svolge un ruolo importante nel modo in cui elaboriamo, usiamo e ricordiamo le informazioni.


I ricercatori, guidati da Weiwei Zhang, un assistente professore di psicologia all' University of California, a Riverside, hanno scoperto che l'età è negativamente correlata all'aspetto "qualitativo" della memoria di lavoro, cioè quanto è forte o quanto accurata è la memoria. In altre parole, più è anziana la persona, più debole e meno precisa è la memoria della persona.

Al contrario, scarsa qualità del sonno e umore depresso sono legati a una ridotta probabilità di ricordare un evento precedentemente sperimentato l'aspetto "quantitativo" della memoria di lavoro.

Pubblicità


"Altri ricercatori hanno già collegato ciascuno di questi fattori separatamente alla funzione complessiva della memoria di lavoro, ma il nostro lavoro ha esaminato il modo in cui questi fattori sono associati alla qualità e alla quantità della memoria la prima volta che è stato fatto", ha affermato Zhang. "Tutti e tre i fattori sono correlati, ad esempio, gli anziani hanno maggiori probabilità di provare uno stato d'animo negativo rispetto agli adulti più giovani."

Anche la scarsa qualità del sonno è spesso associata a un umore depresso. Questi fattori legati alla salute e alla memoria di lavoro potrebbero aprire la possibilità che un effetto osservato possa essere influenzato da altri fattori. "


I ricercatori sono i primi a isolare statisticamente gli effetti dei tre fattori sulla quantità e sulla qualità della memoria di lavoro. Sebbene tutti e tre i fattori contribuiscano a una lamentela comune sulla memoria nebbiosa, sembrano comportarsi in modi diversi e possono derivare da meccanismi potenzialmente indipendenti nel cervello.

Questi risultati potrebbero portare a futuri interventi e trattamenti per contrastare gli impatti negativi di questi fattori sulla memoria di lavoro. I risultati della ricerca appaiono nel Journal of International Neuropsychological Society.


I ricercatori hanno eseguito due studi. Nel primo studio, hanno preso in esame un campione composto da  110 studenti universitari per misurazioni auto-riferite di qualità del sonno e umore e la loro relazione indipendente con misure sperimentali della memoria di lavoro.

Nel secondo studio,  31 membri di una comunità di età compresa tra 21 e 77 anni. In questo studio, sono stati studiati l'età e il suo rapporto con la memoria di lavoro.


"Siamo più fiduciosi ora su come ognuno di questi fattori influisce sulla memoria di lavoro", ha affermato Zhang. "Questo potrebbe darci una migliore comprensione del meccanismo alla base della demenza senile: per far funzionare al meglio la mente, è importante che gli anziani garantiscano una buona qualità del sonno ed essere di buon umore".

 

Riferimenti bibliografici:

Weizhen Xie, Anne Berry, Cindy Lustig, Patricia Deldin, Weiwei Zhang. Poor Sleep Quality and Compromised Visual Working Memory Capacity. Journal of the International Neuropsychological Society, 2019; 1 DOI: 10.1017/S1355617719000183

 

Articolo a cura della Dottoressa Arianna Patriarca

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: sonno memoria semantica buonumore memoria umore memoria di lavoro

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Mia madre e il mio fidanzato (…

  Maria Teresa, 22 Salve a tutti. Ho una relazione a distanza da 4 anni e con il mio fidanzato non ho mai avuto problemi. Mia madre però non ha mai a...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Intelligenze Multiple

“Scrivendo questo libro, mi proposi di minare la nozione comune di intelligenza come capacità o potenziale generale che ogni essere umano possiederebbe in misur...

News Letters

0
condivisioni