Pubblicità

Sporchi sì, ma sani e felici

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 271 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un po' di sporco non ha mai fatto male a nessuno. Anzi, pare che la giusta dose di sporcizia sia perfino in grado di migliorare le difese immunitarie. Sembra l'adagio di chi si siede a tavola con le mani da lavare o di chi raccoglie la forchetta da terra e non si preoccupa di cambiarla. Ma in realtà sono gli scienziati dell'Università di Bristol a confermare che esporsi allo sporco potrebbe davvero essere un modo non solo per rafforzare il sistema di difesa del nostro organismo, ma anche per influenzare positivamente l'umore.

Gli studiosi hanno infatti identificato un ceppo di "batteri della sporcizia" (Mycobacterium vaccae) di fatto inoffensivi per la salute, ma in grado di stimolare la produzione del cosiddetto ormone della felicità, la serotonina. Lo studio britannico è stato condotto sulle cavie e su alcuni malati di cancro ai polmoni: dopo essere stati trattati con i batteri in questione, i pazienti hanno riferito un miglioramento della qualità della vita. L'analisi sui topi cui erano stati somministrati gli stessi batteri ha rivelato un incremento della produzione di serotonina da parte del cervello dei roditori.

Tratto da "corriere.it"- prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni