Pubblicità

"Stamattina ho messo le tue scarpe", a Pesaro un percorso per capire la malattia mentale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 428 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I muri e i palazzi della città marchigiana diventeranno schermi sui quali sarà proiettato un documentario che permetterà agli spettatori di conoscere i pazienti di un centro di cura e il loro rapporto con la malattia. Previsto anche un momento di confronto pubblico. L’iniziativa ha lo scopo di abbattere la diffidenza che circonda il disagio psichico.
ATTRAVERSARE per un qualche ora gli stessi corridoi, vivere le stesse stanze, toccare gli oggetti che ogni giorno sono la vita quotidiana di persone affette da malattia mentale. E trasformare una città in una grande set dove i protagonisti sono loro, gli "invisibili", persone affette da disagio psichico che spiegano a modo loro cosa vuol dire vivere e convivere con la malattia. Stamattina ho messo le tue scarpe è l'interessante esperienza che si terrà a Pesaro, dopo il successo dell'edizione 2012 ad Urbino (la manifestazione ha cadenza biennale). Ancora oggi, nonostante l’abolizione dei manicomi con la legge Basaglia del 1978, c’è poca consapevolezza della vita delle migliaia di persone affette da disturbi mentali e permane diffidenza nei confronti del disagio psichico.
Quest'iniziativa prova ad aprire una finestra su questo mondo coinvolgendo le persone che non hanno mai avuto niente a che fare (direttamente o indirettamente) con persone affette da questi disturbi. L’iniziativa, ideata da Elena Mattioli e Flavio Perazzini del collettivo LeleMarcojanni e prodotta dalla Cooperativa sociale Alpha, un'associazione di volontariato nata nel 1989 per integrare i servizi del Dipartimento di Salute Mentale sul territorio, è un’innovativa esplorazione del mondo della malattia mentale per capire e vivere in prima persona una realtà poco conosciuta.




 

Tratto da repubblica.it. Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Le parole della Psicologia

Disturbo Schizotipico di Perso…

L'individuo con Disturbo Schizotipico di Personalità presenta tratti di stranezza, eccentricità, così come un marcato e persistente isolamento sociale. Il dist...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Arpaxofilia

L'arpaxofilia è una parafilia, riguarda l'eccitazione sessuale che si prova nell’essere derubati, quindi quando ci si trova in una situazione di pericolo. Vist...

News Letters

0
condivisioni