Pubblicità

Stili genitoriali e pensieri suicidari negli adolescenti

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 10709 volte

4.7777777777778 1 1 1 1 1 Votazione 4.78 (18 Voti)

Esiste un'effettiva correlazione tra alcuni comportamenti genitoriali e l'incremento dei pensieri suicidari negli adolescenti.

adolescenti<<Quanto spesso vi capita di dire ai vostri figli che hanno fatto un buon lavoro o che siete orgogliosi di loro? Li aiutate mai con i compiti? Siete emotivamente coinvolti con i vostri figli?>>

In uno studio del 2012 sono emersi dei risultati significativi che mostravano l’esistenza di un legame piuttosto forte tra i comportamenti adottati dai genitori ed i pensieri suicidari tra gli adolescenti; secondo quanto affermato in una presentazione data da due professori dell'Università di Cincinnati alla conferenza dell'American Public Health Association del 2017.

I professori, Keith King e Rebecca Vidourek eseguirono un'analisi dei dati di follow-up dei risultati del "National Survey on Drug Use and Health" del 2012, che forniva dati a livello nazionale e statale sull'uso di tabacco, alcool, droghe illecite e uso non medico di farmaci da prescrizione e per la salute mentale negli Stati Uniti.

Le loro scoperte hanno mostrato che i bambini di età compresa tra 12 e 17 anni, avevano probabilità più significative di contemplare, pianificare e tentare il suicidio quando nei  loro comportamenti, i genitori, non mostravano particolarmente di tenere ai propri figli o per lo meno non lo mostravano esplicitamente. "I bambini devono sapere che hanno qualcuno che gli ‘guarda le spalle’, e sfortunatamente, molti genitori non lo fanno. Questo è un grosso problema", ha affermato King.

Pubblicità

Sorprendentemente, i risultati dello studio rivelarono che il gruppo più significativamente influenzato dai comportamenti genitoriali era rappresentato da bambini di 12 e 13 anni. I bambini di quella fascia di età con genitori che mai o raramente avevano detto loro di esserne orgogliosi, avevano quasi cinque volte più probabilità di avere pensieri suicidi, quasi sette volte più probabilità di formulare un piano di suicidio e circa sette volte più probabilità di tentare il suicidio rispetto ai loro pari. Allo stesso modo, i bambini di 12 e 13 anni con genitori che raramente o mai dicevano loro di aver fatto un buon lavoro o che li aiutavano nello svolgere i compiti, risultavano avere un rischio eccessivamente alto riguardo le inclinazioni suicidarie.

"Un concetto chiave, che spesso ci si ritrova a dover spiegare ai genitori è la necessità di garantire che i bambini si sentano positivamente connessi ai loro genitori e alla loro famiglia", ha affermato Vidourek; co-direttore del Center for Prevention Science .

Il rischio riguardante i comportamenti suicidari tra gli adolescenti in età scolare, sebbene inferiore rispetto a quello riscontrato nei ragazzi di 12 e 13 anni, è significativamente ed ancora più alto di questi ultimi, quando i genitori mostrano di non essere coinvolti emotivamente con i loro figli. E’ stato infatti, riscontrato che i ragazzi di 16 e 17 anni i cui genitori raramente o mai dicevano loro di esserne orgogliosi avevano circa tre volte più probabilità di avere pensieri suicidari e quasi quattro volte più probabilità di pensare ad un piano di suicidio e di tentare il suicidio rispetto ai loro coetanei i cui genitori, invece, mostravano interesse e coinvolgimento emotivo verso i figli.

“Alcuni adolescenti riescono a far fronte ai pensieri suicidari attuando dei meccanismi di coping per far fronte alla mancanza di coinvolgimento dei genitori, purtroppo il più delle volte sono comportamenti disfunzionali e comunque controproducenti come ad esempio, la dipendenza dall’uso di farmaci o sostanze e comportamenti sessuali ad alto rischio”, ha concluso King.

 


Tratto da Psy Post

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: adolescenti figli pensieri suicidi pensieri suicidari; comportamenti genitoriali;

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

News Letters

0
condivisioni