Pubblicità

Stress e depressione, nesso genetico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 463 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un team di ricerca americano ha cercato un nesso fra la depressione e lo stress a cui siamo esposti nel mondo moderno. Secondo i medici dell'Università di Yale, che hanno pubblicato i risultati di uno studio su Proceedings of the National Academy of Sciences, lo stress cronico ha come effetto di bloccare l'attività del gene che produce la neuritina, una proteina in grado di svolgere una funzione protettiva per il cervello contro una serie di disordini dell'umore, fra i quali la depressione.
I ricercatori hanno studiato gli effetti di uno stress cronico su un gruppo di ratti da laboratorio, modificando i cicli di sonno e veglia, isolandoli e togliendogli cibo e possibilità di giocare: "questa operazione ha causato una forte diminuzione dell'attività del gene per la neuritina, proteina che gioca un ruolo fondamentale nella plasticità cerebrale e nella risposta alle nuove esperienze e al controllo degli sbalzi d'umore", ha spiegato Ronald Duman, neurobiologo a capo dello studio.

Secondo i dati, gli antidepressivi avrebbero come effetto di ristabilire la salute mentale dei ratti, ma la stessa proprietà è legata al potenziamento dell'attività della neuritina, tanto che Duman ha commentato: "la proteina potrebbe essere utilizzata per la produzione di nuovi farmaci".
Un'analisi del King's College di Londre, della University of Wisconsin e della University of Otago della Nuova Zelanda aveva già stabilito un legame fra una certa condizione genetica, l'esposizione a stress e l'emergere della depressione. In particolare risulta decisivo un tratto di Dna, il gene 5-HTT, che, in una delle sue due versioni, espone i suoi portatori al doppio dei rischi di deprimersi.

Tratto da: "italiasalute.it" Prosegui nella ettura dell'articolo

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Ansia che causa senso di vomi…

1234, 20 anni Salve, è da qualche mese che certe situazioni come esami orali, uscite con ragazze e in alcuni casi feste/discoteche mi causano, prima di in...

Area Professionale

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Marketing e comunicazione nel …

I social media ed internet hanno modificato il modo di comunicare di milioni di persone. Di conseguenza è cambiato anche il modo di fare marketing ed è import...

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

News Letters

0
condivisioni