Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Struttura del cervello, ansia e pregiudizio negativo negli adulti sani

on . Postato in News di psicologia | Letto 688 volte

Gli studenti sani che hanno una corteccia frontale inferiore (IFC) relativamente piccola - una regione cerebrale che aiuta a regolare i pensieri e le emozioni – hanno una maggiore probabilità di soffrire di ansia. Inoltre, tendono ad interpretare eventi neutri o anche positivi in modo negativo.

Struttura cerebrale ansia pregiudizi

 

Alcuni ricercatori hanno condotto uno studio che ha coinvolto 62 studenti, nel quale è stata effettuata una raccolta di dati cerebrali strutturali attraverso scansioni di neuroimaging e sono stati utilizzati questionari standard per determinare il livello di ansia e l’attitudine al pregiudizio negativo.

Precedenti studi condotti su soggetti che presentavano una diagnosi di ansia, hanno trovato correlazioni simili tra le dimensioni della corteccia frontale inferiore, l’ansia e il pregiudizio negativo.

Ma i risultati di questa nuova ricerca, riportati nella rivista Social Cognitive and Affective Neuroscience, per primi, hanno individuato queste stesse dinamiche anche negli adulti sani.

Tale ricerca, ha anche scoperto che la relazione tra le dimensioni della corteccia frontale inferiore e il pregiudizio negativo di uno studente, era mediata dai livelli di ansia.

Gli individui con una corteccia frontale inferiore di dimensioni più piccole, presentano livelli più alti di ansia, invece coloro i quali presentano un volume maggiore, tendono a sperimentare livelli inferiori di ansia. L’ansia, a sua volta, è maggiormente associata al pregiudizio negativo. Inoltre, un volume maggiore della corteccia frontale inferiore sembra essere associato alla resilienza.

E’ stato scoperto che il maggiore volume della corteccia frontale inferiore, può costituirsi come un fattore di protezione dal pregiudizio negativo attraverso livelli inferiori di ansia di tratto.

Pubblicità

Secondo l'American College Health Association, l'ansia è dilagante nei campus universitari, dove quasi il 60% degli studenti segnalano almeno un episodio di ansia ogni anno. Questo influisce sulle loro performances accademiche.

L'ansia, infatti, può interferire con molte dimensioni della vita, causando nella persona stati di elevata allerta per potenziali problemi anche nelle migliori condizioni. Il pregiudizio negativo può anche interferire con l'impegno di una persona verso attività che potrebbero migliorare i loro obiettivi di vita.

Comprendere l'interrelazione tra la struttura cerebrale, le funzioni e le caratteristiche di personalità e l'ansia e i suoi effetti comportamentali così come il pregiudizio negativo è un passo fondamentale per permettere ai ricercatori di sviluppare interventi che mirano a specifiche regioni del cervello nelle popolazioni sane. In questo modo, si potrebbe impedire ad alcuni individui particolarmente a rischio di sviluppare un’ansia grave.

 

Tratto da: sciencedaily

 

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

 

Tags: ansia pregiudizi

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la filosofia etica legata alla ricerca...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

News Letters