Pubblicità

Studies find insomnia may precede and maintain depression

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 308 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Insomnia may pave the way for depression rather than occur primarily as a symptom of the disorder, according to two University of Rochester Sleep and Neurophysiology Research Laboratory (SNRL) studies--one slated to appear in the Journal of Behavioral Sleep Medicine and another presented at the Associated Professional Sleep Societies (APSS) 19th Annual Meeting in June.

The studies bolster other evidence that insomnia is a significant risk factor for recurrent and new onset major depressive disorder, according to the researchers.
"We need to think of [insomnia] as both a symptom and a primary disorder," says psychologist Michael L. Perlis, PhD, lead researcher of one of the studies and SNRL director. "Too many people think insomnia is insomnia is insomnia...the evidence to date is that the story is more complicated than that."
In the study published in the Journal of Behavioral Sleep Medicine, Perlis and his colleagues found that adults older than 60 with persistent insomnia were nearly six times more likely to develop a first episode of major depression than were seniors without insomnia. The association was strongest among women and people who suffer from a particular insomnia pattern that causes people to wake repeatedly during the night.

Tratto da APA.org - Prosegui nella lettura dell'articolo
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

News Letters

0
condivisioni