Pubblicità

Studio transgenerazionale sul fumo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 344 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

PSICONLINE® NEWS n.84 (4.11.2001)

Fin dal 1980, il dr.Steven J.Sherman , docente di Psicologia presso l'Università dell'Indiana (Usa), insieme ai suoi collaboratori L.Chassis e C.Presson della Arizona State University, ha condotto uno studio longitudinale sul comportamento di fumatori attraverso due generazioni, approfondendo aspetti interessanti quali le modalità di avvicinamento degli adolescenti al fumo o i cambiamenti intercorrenti nell'abitudine al fumo nell'età adulta. I risultati della ricerca sono stati intanto utilizzati per approntare un primo progetto di prevenzione all'abitudine al fumo nello stato dell'Indiana.

La ricerca, che rappresenta la prima in questo campo in termini di durata e di persone coinvolte (circa 8000 soggetti), è iniziata nel 1980 con ragazzi di età compresa tra i 6 e i 12 anni, che adesso sono ultratrentenni e continuano a partecipare al progetto di studio.

Il principale obbiettivo della ricerca è stato sin dall'inizio quello di ampliare le conoscenze sul fumo relative soprattutto all'area adolescenziale ed identificare quindi le motivazioni che spingono gli adolescenti a diventare fumatori; sono stati rilevati importanti e diversi fattori in questo senso, quali l'influenza genitoriale (se i genitori siano fumatori o meno), quella dei coetanei e l'inserimento nel gruppo sociale, ed altri fattori che rientrano nelle caratteristiche di personalità predisponenti al fumo.

Recentemente, l'attenzione è stata orientata non solo sui soggetti originariamente coinvolti nello studio, ma anche sui loro figli che adesso hanno un'età critica per l'inizio dell'abitudine al fumo. Questo ha consentito appunto di approfondire "in diretta" le dinamiche che intercorrono tra genitori e figli in relazione al fumo e le altre determinanti socio-culturali che spingono i giovani verso questi comportamenti.

(tratto da:" Scientists Follow Smokers for Two Generations to Study Smoking Behavior" - AScribe Newswire - Oct.2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

News Letters

0
condivisioni