Pubblicità

Study: Family caregivers do billions in unpaid work

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 398 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Though it took Daniel Sanchez a while to see the signs, the 40-year-old Stratford resident eventually came to the painful realization that his mother, Zoraida Santiago, had dementia and couldn't live on her own. Sanchez noticed his mother was having a hard time remembering recent events and was easily confused. One of the last straws was when Santiago, who then worked at a convalescent home, became unable to distinguish night from day and started going to work twice a day. About four years ago, Sanchez decided to have his mom, now 67, move in with him and his family.

 

 

It's been challenging, as Sanchez and his wife, Teresa, are also raising 4-year-old twins and Santiago needs constant attention. But Sanchez didn't see that he had a choice. "I'm adamant about taking care of family," he said. Sanchez is far from alone. Earlier this month, the AARP's Public Policy Institute released a report showing that, in 2009, there were 42.1 million people caring for an adult family member, partner or friend with chronic conditions or disabilities. Were these unpaid caregivers to receive payment for their services, the report found, they would have received a total of $450 billion in 2009 alone. In Connecticut, there were 711,000 unpaid caregivers in 2009, and they did $5.8 billion in uncompensated work.

 


Tratto da: "apa.org" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

News Letters

0
condivisioni