Pubblicità

Study: Family caregivers do billions in unpaid work

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 377 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Though it took Daniel Sanchez a while to see the signs, the 40-year-old Stratford resident eventually came to the painful realization that his mother, Zoraida Santiago, had dementia and couldn't live on her own. Sanchez noticed his mother was having a hard time remembering recent events and was easily confused. One of the last straws was when Santiago, who then worked at a convalescent home, became unable to distinguish night from day and started going to work twice a day. About four years ago, Sanchez decided to have his mom, now 67, move in with him and his family.

 

 

It's been challenging, as Sanchez and his wife, Teresa, are also raising 4-year-old twins and Santiago needs constant attention. But Sanchez didn't see that he had a choice. "I'm adamant about taking care of family," he said. Sanchez is far from alone. Earlier this month, the AARP's Public Policy Institute released a report showing that, in 2009, there were 42.1 million people caring for an adult family member, partner or friend with chronic conditions or disabilities. Were these unpaid caregivers to receive payment for their services, the report found, they would have received a total of $450 billion in 2009 alone. In Connecticut, there were 711,000 unpaid caregivers in 2009, and they did $5.8 billion in uncompensated work.

 


Tratto da: "apa.org" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

News Letters

0
condivisioni