Pubblicità

Study finds connection between teenage violence and domestic violence

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 210 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Adolescents who engaged in violent behavior at a relatively steady rate through their teenage years and those whose violence began in their mid teens and increased over the years are significantly more likely to engage in domestic violence in their mid 20s than other young adults, according to a new University of Washington study.

“Most people think youth violence and domestic violence are separate problems, but this study shows that they are intertwined,” said Todd Herrenkohl, lead author of the study and a UW associate professor of social work. The study also found no independent link between an individual’s use of alcohol or drugs and committing domestic violence. In addition it showed that nearly twice as many women as men said they perpetrated domestic violence in the past year including kicking, biting or punching their partner, threatening to hit or throw something at their partner, and pushing, grabbing or shoving their partner. Data from the study came from the on-going Seattle Social Development Project which has been tracing youth development and the social and antisocial behavior of more than 800 participants. It began when they were in the fifth grade and continues to follow them into adulthood.

Tratto da "Eurekalert.org"- prosegui nella lettura dell'articolo

Pubblicato in data 25/06/07

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

News Letters

0
condivisioni