Pubblicità

Svolta alle elementari: la calcolatrice non è più proibita

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 290 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La prima regola che impara un bambino alle elementari è che i conticini si fanno a mano. Così si allena la mente e si comprende il processo che porta al risultato delle operazioni. La seconda è che la calcolatrice, quello strumento che ottiene il calcolo esatto annullando la fatica, è bandita, almeno fino alla quinta. E i docenti più tradizionalisti storcono il naso anche se la vedono maneggiare dagli alunni delle medie.

Ora uno studio sgretola questo tabù didattico: la calcolatrice è utile, istruttiva e addirittura capace di migliorare le prestazioni dei ragazzi più bravi. Autrice della ricerca, che ha scatenato e scatenerà opposte fazioni di maestri, è Bethany Rittle-Johnson, psicologa del Vanderbilt’s Peabody College of Education in Tennessee. I più piccoli - sostiene la psicologa - devono imparare a fare i calcoli da soli, ma dopo questa breve fase iniziale usare i calcolatori è utile. Il motivo è semplice: imparare fin da bambini ad avere confidenza con la «tecnologia» è importante.

Tratto da "lastampa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

Psicodramma

Lo Psicodramma è la più antica terapia di gruppo.   Lo psichiatra Jacov Levi Moreno (1889-1974) in un suo lavoro giovanile (1911) e in un suo scritto sul...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

News Letters

0
condivisioni