Pubblicità

Tecnologia e disturbi del sonno, non c’è nesso

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 708 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La tecnologia ha i suoi indubbi lati positivi, ma negli ultimi anni alcuni ricercatori sottolineano sempre più anche quelli che, invece, sarebbero i lati negativi - soprattutto quelli dettati da un uso improprio dei dispositivi moderni. Tra questi, si parla della privazione del sonno legata all’utilizzo di computer, cellulari, tablet ecc. ma uno studio australiano, pubblicato recentemente sull’Australian Medical Journal..

 

 

..sembra smentire tutto: i problemi di insonnia non sono legati all’uso smodato di apparecchi tecnologici, semmai ad altro.
Ma prima di pensare che niente è vero, vediamo come sono arrivati a una simile conclusione.
I ricercatori dell’Università di Sidney hanno elaborato i dati provenienti dall’Australian Bureau of Statistics, relativi agli anni 1992, 1997 e 2006 e non hanno notato alcun cambiamento significativo riguardo il sonno negli ultimi 20 anni.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Ansia

L’ansia è una sensazione soggettiva caratterizzata da un senso spiacevole di apprensione e preoccupazione spesso accompagnata da sintomi fisici di tipo autonomi...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

News Letters

0
condivisioni