Pubblicità

Teenager vittime di stalking

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1656 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Un’analisi delle conseguenze dello stalking nell’età dell’adolescenza rivela tendenze preoccupanti.

teenager e stalkingLo stalking è un problema di salute pubblica ampiamente riconosciuto, ma poche informazioni sono disponibili sui comportamenti di stalking dove le vittime sono adolescenti.

Gli anni dell'adolescenza sono un periodo di formazione durante il quale si stabiliscono dei confini e si delineano le linee guida di un comportamento emotivo e sessuale accettabile.

Un nuovo studio esposto nell’American Journal of Preventive Medicine ha esaminato 1.236 giovani scelti a caso e ha scoperto che il 14% delle ragazze e il 13% dei ragazzi sono state vittime di stalking.

Inoltre, i risultati del sondaggio hanno indicato che questi ragazzi sono più propensi a riferire di sintomi legati alla depressione, così come di comportamenti a rischio come i festini alcolici e appuntamenti sessuali.

Usando l'analisi del profilo latente, gli investigatori sono stati in grado di radunare i dati dell'indagine e di suddividere i gruppi di ragazzi in tre classi principali: una classe non vittima, una classe di esposizione minima, e una classe vittima.

La dimensione della classe era abbastanza coerente: il 50% delle ragazze e il 53% dei ragazzi rientravano nella classe non-vittima, il 36% delle ragazze e il 34% dei ragazzi hanno subito un’esposizione minima, e, infine, il 14% delle ragazze e il 13% dei ragazzi che compongono la classe di vittima.

Pubblicità

L'indagine ha posto ai ragazzi domande specifiche circa le azioni degli altri. Ammettendo in generale che lo stalking si basa su un modello di comportamento indesiderato e ripetuto, i ricercatori hanno utilizzato un elenco di 19 indicatori di stalking e raccolto i dati circa la frequenza con cui ciascuno di essi si è verificato. Gli adolescenti sono stati poi separati in tre classi in base alla frequenza di esposizione.

"Poco si sa in realtà sul prezzo da pagare e sulle potenziali conseguenze della vittimizzazione da stalking nello sviluppo degli adolescenti", ha detto il ricercatore Dennis E. Reidy, PhD, Division of Violence Prevention, Centers for Disease Control and Prevention, Atlanta, GA.

"Identificare come queste diverse tattiche di stalking si manifestano in diverse combinazioni è fondamentale perché diversi profili di stalking, probabilmente, conferiscono gradi e forme di rischio diversi. Per esempio, una vittima in primo luogo può sperimentare sorveglianza / monitoraggio da parte di uno stalker e perciò subire meno conseguenze fisiche, sociali, psicologici rispetto ad una vittima di uno stalker che mostra una maggiore diversità attraverso un comportamento più invasivo (agguato) ".

Una volta che gli investigatori hanno identificato le tre classi diverse, hanno condotto ulteriori analisi per accertare i fattori di salute mentale e comportamentali associati con l'essere una vittima di stalking.

Insieme con il monitoraggio degli indicatori di stalking, il sondaggio ha anche chiesto ai ragazzi i sintomi psichiatrici (disturbi dell'umore, stress post-traumatico, sentimenti di disperazione), i comportamenti sessuali (numero di partner, frequenza di appuntamenti sessuali, sesso orale), e l’uso di sostanze.

I dati hanno rivelato che gli adolescenti nella classe vittima, sono stati più propensi a riferire dei sintomi dell’umore e di comportamenti a rischio rispetto ai loro coetanei nelle classi di esposizione minima o nella classe dei non vittima.

"Una tendenza generale è emersa allo stesso modo sia nelle ragazze che nei ragazzi", ha spiegato il dottor Reidy.

"Gli adolescenti nella classe vittima hanno riferito di più sintomi psichiatrici durante il mese passato e una maggiore frequenza di incontri fisici di violenza, oltre all'uso di alcol nel corso dei 12 mesi precedenti.

Inoltre, le ragazze della classe vittima, hanno riferito una maggiore prevalenza di uso di marijuana e più appuntamenti sessuali di sesso orale durante lo scorso anno ".

Mentre tali risultati risultano fastidiosi per molti adolescenti, questo nuovo studio dimostra che una percentuale considerevole di giovani ha praticato ripetutamente un comportamento deleterio.

La vittimizzazione da stalking durante gli anni dell'adolescenza che sono quelli più formativi può lasciare dei duraturi marcatori mentali e comportamentali. Identificare i soggetti più a rischio e la creazione di obiettivi di intervento in questo gruppo più vulnerabile ci consentirà di prevenire i disturbi dell'umore, i comportamenti sessuali a rischio e la violenza.

"I dati suggeriscono che una parte consistente di adolescenti sono vittime di stalking e sono ugualmente a rischio per una serie di risultati di salute deleteri. Come tale, questo merita ulteriore attenzione da parte dei ricercatori sulla prevenzione e dei professionisti ", ha concluso il dottor Reidy.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: prevenzione teenager, linee guida di comportamento, sviluppo compromesso, sintomi psichiatrici, comportamenti sessuali,

0
condivisioni

Guarda anche...

Psicopatologia

Lo stalking e i suoi sottotipi

Quando si parla di stalking si fa riferimento ad un’attenzione ripetuta e indesiderata, molestie, contatti o qualsiasi altro comportamento diretto verso una persona specifica nella quale subentrano...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

News Letters

0
condivisioni