Pubblicità

Teenager vittime di stalking

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1406 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Un’analisi delle conseguenze dello stalking nell’età dell’adolescenza rivela tendenze preoccupanti.

teenager e stalkingLo stalking è un problema di salute pubblica ampiamente riconosciuto, ma poche informazioni sono disponibili sui comportamenti di stalking dove le vittime sono adolescenti.

Gli anni dell'adolescenza sono un periodo di formazione durante il quale si stabiliscono dei confini e si delineano le linee guida di un comportamento emotivo e sessuale accettabile.

Un nuovo studio esposto nell’American Journal of Preventive Medicine ha esaminato 1.236 giovani scelti a caso e ha scoperto che il 14% delle ragazze e il 13% dei ragazzi sono state vittime di stalking.

Inoltre, i risultati del sondaggio hanno indicato che questi ragazzi sono più propensi a riferire di sintomi legati alla depressione, così come di comportamenti a rischio come i festini alcolici e appuntamenti sessuali.

Usando l'analisi del profilo latente, gli investigatori sono stati in grado di radunare i dati dell'indagine e di suddividere i gruppi di ragazzi in tre classi principali: una classe non vittima, una classe di esposizione minima, e una classe vittima.

La dimensione della classe era abbastanza coerente: il 50% delle ragazze e il 53% dei ragazzi rientravano nella classe non-vittima, il 36% delle ragazze e il 34% dei ragazzi hanno subito un’esposizione minima, e, infine, il 14% delle ragazze e il 13% dei ragazzi che compongono la classe di vittima.

Pubblicità

L'indagine ha posto ai ragazzi domande specifiche circa le azioni degli altri. Ammettendo in generale che lo stalking si basa su un modello di comportamento indesiderato e ripetuto, i ricercatori hanno utilizzato un elenco di 19 indicatori di stalking e raccolto i dati circa la frequenza con cui ciascuno di essi si è verificato. Gli adolescenti sono stati poi separati in tre classi in base alla frequenza di esposizione.

"Poco si sa in realtà sul prezzo da pagare e sulle potenziali conseguenze della vittimizzazione da stalking nello sviluppo degli adolescenti", ha detto il ricercatore Dennis E. Reidy, PhD, Division of Violence Prevention, Centers for Disease Control and Prevention, Atlanta, GA.

"Identificare come queste diverse tattiche di stalking si manifestano in diverse combinazioni è fondamentale perché diversi profili di stalking, probabilmente, conferiscono gradi e forme di rischio diversi. Per esempio, una vittima in primo luogo può sperimentare sorveglianza / monitoraggio da parte di uno stalker e perciò subire meno conseguenze fisiche, sociali, psicologici rispetto ad una vittima di uno stalker che mostra una maggiore diversità attraverso un comportamento più invasivo (agguato) ".

Una volta che gli investigatori hanno identificato le tre classi diverse, hanno condotto ulteriori analisi per accertare i fattori di salute mentale e comportamentali associati con l'essere una vittima di stalking.

Insieme con il monitoraggio degli indicatori di stalking, il sondaggio ha anche chiesto ai ragazzi i sintomi psichiatrici (disturbi dell'umore, stress post-traumatico, sentimenti di disperazione), i comportamenti sessuali (numero di partner, frequenza di appuntamenti sessuali, sesso orale), e l’uso di sostanze.

I dati hanno rivelato che gli adolescenti nella classe vittima, sono stati più propensi a riferire dei sintomi dell’umore e di comportamenti a rischio rispetto ai loro coetanei nelle classi di esposizione minima o nella classe dei non vittima.

"Una tendenza generale è emersa allo stesso modo sia nelle ragazze che nei ragazzi", ha spiegato il dottor Reidy.

"Gli adolescenti nella classe vittima hanno riferito di più sintomi psichiatrici durante il mese passato e una maggiore frequenza di incontri fisici di violenza, oltre all'uso di alcol nel corso dei 12 mesi precedenti.

Inoltre, le ragazze della classe vittima, hanno riferito una maggiore prevalenza di uso di marijuana e più appuntamenti sessuali di sesso orale durante lo scorso anno ".

Mentre tali risultati risultano fastidiosi per molti adolescenti, questo nuovo studio dimostra che una percentuale considerevole di giovani ha praticato ripetutamente un comportamento deleterio.

La vittimizzazione da stalking durante gli anni dell'adolescenza che sono quelli più formativi può lasciare dei duraturi marcatori mentali e comportamentali. Identificare i soggetti più a rischio e la creazione di obiettivi di intervento in questo gruppo più vulnerabile ci consentirà di prevenire i disturbi dell'umore, i comportamenti sessuali a rischio e la violenza.

"I dati suggeriscono che una parte consistente di adolescenti sono vittime di stalking e sono ugualmente a rischio per una serie di risultati di salute deleteri. Come tale, questo merita ulteriore attenzione da parte dei ricercatori sulla prevenzione e dei professionisti ", ha concluso il dottor Reidy.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: prevenzione teenager, linee guida di comportamento, sviluppo compromesso, sintomi psichiatrici, comportamenti sessuali,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

Melatonina

Omone secreto dai pinealociti della ghiandola pineale (o epifisi), derivato dalla serotonina, regolatore dei ritmi circadiani.   Il ruolo più noto dell...

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

News Letters

0
condivisioni