Pubblicità

Television In The Bedroom May Hurt Child's School Performance

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 359 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
A study of elementary school students found that children who had television sets in their bedrooms scored significantly lower on school achievement tests than children without TVs in their bedrooms. Having a computer in the home was associated with higher test scores, according to the same study, which was conducted by researchers at the Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health and Stanford University. The study is published in the July 4, 2005, edition of the Archives of Pediatric and Adolescent Medicine.“In this study, we found that the household media environment was related to a child's academic achievement,” said Dina Borzekowski, EdD, lead author of the study and assistant professor in the Department of Population and Family Health Sciences at the Bloomberg School of Public Health. “Among these third graders, we saw that even when controlling for the parent's education level, the child's gender and the amount of media used per week, those who had bedroom TV sets scored around 8 points lower on math and language arts tests and 7 points lower on reading tests. A home computer showed the opposite relationship—children with access to a home computer had scores that were around 6 points higher on the math and the language arts test and 4 points higher on the reading test, controlling for the same variables.”

The study followed a diverse group of third-grade students from six schools in northern California. During the course of a school year, nearly 400 students and their parents were asked to report on the types of media available in the home, including television, videotapes, computers and video games, as well as how often the child used them. The children's math, reading and language arts skills were tested twice over the year using the Stanford Achievement Test.

tratto da ScienceDaily - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Noia

È  uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un'at...

News Letters

0
condivisioni