Pubblicità

Terapia comportamentale per i disturbi del sonno conseguenti a traumi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 480 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Un recente studio sulle conseguenze psicologiche di atti criminosi è stato condotto da ricercatori del New Mexico (Usa) su un campione di circa 60 soggetti con manifestazioni cliniche e di malessere psicologico collegati a tali episodi di natura traumatica e che si esprimono prevalentemente in forma di sintomi depressivi, ansia generalizzata e attacchi di panico, ma soprattutto con disturbi del sonno ed incubi che rievocano le emozioni vissute durante l’evento traumatico. Nella ricerca l’attenzione è stata diretta principalmente sulle varie forme di insonnia conseguenti alle problematiche psicologiche e sui ricorrenti incubi che tali soggetti esprimono durante il sonno.

Per migliorare il riposo ed il necessario rilassamento dei soggetti durante il sonno sono state quindi utilizzate tecniche cognitive di immaginazione guidata da parte di psicologi specialisti in questo ambito, in modo da fornire un supporto emotivo ed una iniziale capacità di elaborazione dei contenuti disturbanti ad alto livello emotivo veicolati dai ricordi del trauma e dai pensieri ad esso collegati. Per contrastare l’insonnia persistente sono state invece proposte regole di base per migliorare la quantità e la qualità del sonno attraverso comportamenti ed abitudini più indicati per ottenere un maggior rilassamento durante la fase iniziale dell’addormentamento.

Al termine del programma terapeutico, grazie al raggiungimento di una migliore capacità di gestire il proprio comportamento nell’addormentamento ed al maggior grado di rilassamento conseguito i soggetti hanno mostrato un significativo miglioramento dell’umore e delle condizioni psicologiche complessive ed una diminuzione delle manifestazioni cliniche specifiche disturbanti collegate al trauma. Il poter esercitare una forma di controllo sulla emotività collegata all’episodio traumatico, precedentemente vissuta come incontenibile e quindi angosciante, ha favorito infatti anche un progressivo miglioramento dell’umore durante tutta la giornata.

“Questi pazienti con problematiche connesse ad eventi traumatici – ha commentato il dr. Barry Krakow che ha condotto la ricerca - che solitamente vengono inquadrati da un punto di vista clinico tra i disturbi post traumatici da stress (PTSD), possono quindi trarre giovamento anche da queste altre forme di trattamento centrate sul miglioramento della qualità del sonno, oltre alle psicoterapie convenzionali ed all’eventuale supporto farmacologico”.

(tratto da:” Behavior Therapy for Crime Victims” - Ivanhoe Broadcast News – Dec. 2001 )

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Le parole della Psicologia

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters

0
condivisioni