Pubblicità

The sound of silence: il cervello ascolta il silenzio

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 259 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Una nuova ricerca apparsa su The Journal of Neuroscience ha rivelato che se intorno a noi c’è silenzio, ma ci aspettiamo che da un momento all'altro emerga un suono da una certa posizione dello spazio, il nostro cervello attiva anticipatamente le stesse aree corticali che attiverebbe nell'ascolto concreto di un segnale acustico proveniente dalla stessa direzione.

Detta romanticamente la nostra mente si mette all'ascolto del silenzio, più prosaicamente si tratta di un'anticipazione, un "rizzare le antenne" che mette il cervello in condizione di "preparazione" alla detezione del segnale in entrata. Non si tratta però di semplice attenzione generale (che sarebbe ovvia), la scoperta riguarda l'attivazione della corteccia uditiva e in particolare solo quella controlaterale [1] al lato da cui ci si aspetta il suono, un non noto processamento pre-uditivo. L’hanno verificato Pierre Fonlupt, Julien Voisine e il loro team di ricercatori presso l'Institut national de la santé et de la recherche médicale francese (INSERM).

Tratto da "Blogosfere.it"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

News Letters

0
condivisioni