Pubblicità

This Is Your Brain On Violent Media

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 274 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Although research has shown some correlation between exposure to media violence and real-life violent behavior, there has been little direct neuroscientific support for this theory until now. Researchers at Columbia University Medical Center’s Functional Magnetic Resonance Imaging (fMRI) Research Center have shown that watching violent programs can cause parts of your brain that suppress aggressive behaviors to become less active.

Columbia scientists show that a brain network responsible for suppressing behaviors like inappropriate or unwarranted aggression (including the right lateral orbitofrontal cortex, or right ltOFC, and the amygdala) became less active after study subjects watched several short clips from popular movies depicting acts of violence. These changes could render people less able to control their own aggressive behavior. Indeed the authors found that, even among their own subjects, less activation in this network was characteristic of people reporting an above average tendency to behave aggressively.

Tratto da "Sciencedaily.com" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni