Pubblicità

Ti senti offesa? Ecco sette modi per reagire con filosofia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 425 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Spesso capita di sentirsi ferite di fronte a una critica o a un'azione negativa nei nostri confronti. Ma la psicoterapeuta tedesca Bärbel Wardetzki in un suo saggio ci dice che restare offesi non è una reazione inevitabile, svelandoci anche sette modi per reagire agli affronti con filosofia e senza risentimenti.


Restare offesi e feriti di fronte a un’azione negativa o a una critica nei nostri confronti? Non è una reazione inevitabile, anzi. Provare sentimenti di umiliazione, rancore, indignazione, collera e disperazione davanti a un’offesa non è affatto scontato né automatico, al contrario deriva da una decisione che spetta solo a noi. Lo sostiene, nell’utile e illuminante saggio Pronto soccorso per l’anima offesa (Urra editore), la psicoterapeuta tedesca Bärbel Wardetzki, secondo cui “la scelta tra offendersi e trovare una soluzione costruttiva” dipende solo da noi. E non si tratta di una scelta immune da conseguenze, perché la soddisfazione “di annientare l’avversario, di vederlo al tappeto o di mortificarlo almeno quanto lui ha mortificato noi non risolve il problema di fondo né guarisce le ferite”; né ci libera “dallo shock, dal senso di impotenza, dal dolore del disprezzo, dell’umiliazione e della svalorizzazione di cui siamo stati vittime”.


Tratto da:repubblica.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Area Professionale

Articolo 22 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art. 22 (ruolo professionale dello psicologo) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che, sett...

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni