Pubblicità

To know what your teenager is doing, get to know your teen

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 218 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Public service announcements and how-to books about raising adolescents emphasize the importance of parents knowing what's going on in their teenagers' lives. However, remarkably little is known about how fathers and mothers acquire such information.

Now researchers from Pennsylvania and Washington state universities participating in the Penn State Family Relationships Project report in the July/August journal Child Development that it takes more than simply asking questions. The research, funded by the National Institute of Child Health and Human Development, found that the best way to acquire knowledge about your teenagers' experiences is to be in a relationship in which your teen openly shares with you, and in which you know your child well enough to notice subtle cues.

To reach their conclusions, the researchers conducted home interviews with 179 two-parent families with 16-year-olds. They asked parents how much they relied on each of six different possible sources to remain informed about their children: teenager self-disclosures, questions from parent, parental listening and observing, spouse keeping the other parent informed, siblings keeping the parent informed, or others outside the family (parents of child's friends, coaches, etc.) keeping the parent informed.

Overall, the researchers identified three main groups: relational, in which the parent relied on relationship communication (e.g., teenager self-discloses; parent listens and observes) to stay knowledgeable; "relies on others," in which the parent relied on others outside the family for information; and a third group composed of fathers who relied on their wives for information and mothers who stood out because they asked their teenager questions.

tratto da EurekAlert - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni