Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Transessualismo, il difficile percorso dell’identità di genere: quando il corpo segue la psiche

on . Postato in News di psicologia

Oggi la tematica “identità di genere” sembra essere ridondante.

transessualeArgomento che evoca tanta sofferenza, ma altrettanta confusione; tematica trattata dai media, da noi clinici e, purtroppo, dai non addetti ai lavori, favorendo un clima di assoluta disinformazione.
Con questo articolo vorrei affrontare il tema del transessualismo.

Chi è il transessuale

Il transessuale è colui o colei, che nasce appartenente ad un sesso biologico e sin dall’infanzia, sviluppa una forte e persistente identificazione nel sesso opposto al proprio, manifestando un desiderio imperante di poter vivere nel ruolo dell’altro sesso.
A tali desideri, direi necessità, si affianca un bisogno estremo di essere riconosciuti ed accettati dalla società come appartenenti al sesso scelto.
Superata la prima fase di confusione, vergogna e pudore, di rabbia e diniego da parte della famiglia o del partner, il paziente farà di tutto – spesso con il rischio di essere deriso – per mostrarsi come donna se è nato uomo, e come uomo se è nato donna. Tale condizione, viene chiamata DIG, disturbo dell’ identità di genere, detto anche disforia di genere. Il disturbo è molto più frequente nella forma “andro-ginoide”, quando cioè il paziente nasce maschio e desidera “ transitare” verso il sesso femminile, piuttosto che “gino-androide”.

Quali emozioni accompagnano il transessuale

Il transessuale vive in costante disagio ed in costante ambivalenza tra mente e corpo, tra psiche e soma, tra anima ed il sociale.
Sin dai primissimi anni di vita, si rende subito conto che il suo corpo lo tradisce, non aderisce al suo sentire più profondo, praticamente lo contraddice; nasce così – imperante – il bisogno di adeguare la realtà esterna, la sua fisicità, al suo vissuto interno, l’appartenenza all’altro sesso.

La terminologia: la transessuale, il transessuale

La transessuale, quindi il termine si declina al femminile per indicare così i pazienti transessuali di sesso anatomico maschile che sentono di essere femmine, MtF - Male to Female.
Il transessuale, per indicare persone di sesso anatomico femminile che sentono di essere maschi, FtM - Female to Male.

 


Tratto da La Stampa- prosegui nella lettura dell'articolo

 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Tags: sesso psiche confusione corpo famiglia vergogna partner infanzia transessualismo identità di genere sofferenza ruolo pudore rabbia diniego

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

interpretazione sogno (1496836…

maria, 54       Ho sognato che vendevo le mie scarpe nuove di colore blu ad una ragazza che le aveva uguali alle mie ma sporche e rovinat...

Balbuzie, blocchi quando parlo…

Prince, 17       Salve mi chiamo P. K., ho 17 anni e sono nato qui in italia, sono di origine indiana, mio padre è qui in italia da 30 an...

Sentimenti (1500386971181)

Soraya16, 39       Salve, due mesi fa ho lasciato la mia compagna, con la quale abbiamo una bimba di 14 mesi. La ho lasciata perché non mi...

Area Professionale

Il Jobs Act Autonomi 2017: nov…

Il Jobs Act autonomi 2017, contenuto all'interno della precedente Legge di Stabilità del 2016, è in vigore dal 14 giugno 2017. Il disegno di legge prevede 21 ar...

Linee guida per le prestazioni…

LINEE GUIDA PER LE PRESTAZIONI PSICOLOGICHE VIA INTERNET E A DISTANZA Realizzate dalla Commissione ATTI TIPICI del CNOP le nuove linee guida per le prestazio...

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

News Letters