Pubblicità

Tristezza, non ti (ri)conosco

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 612 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anche una vignetta può insegnare a riconoscere la depressione, soprattutto a chi è giovane e tende a negare il male di vivere. In uno studio appena pubblicato sul Journal of Social Psychiatry dai ricercatori inglesi dell'Università di Bristol diretti da Emily Klineberg, oltre tremila giovani (fra 16 e 24 anni) sono stati sottoposti a un test basato su un fumetto (simile a Charlie Brown, lo scalognato protagonista della famosa striscia di Schultz), per capire quanto fossero preparati e predisposti a individuare i sintomi della depressione e a fornire aiuto a chi ne è colpito. Il personaggio della ricerca inglese si chiama Alex (un nome scelto apposta perché in inglese è sia maschile che femminile e quindi non suscita un giudizio diverso da parte dei partecipanti a seconda del loro sesso) e rappresenta lo stereotipo del depresso, sempre invischiato in situazioni senza via d'uscita che lo portano a vivere i vari aspetti della depressione, dall'isolamento, alla perdita di speranza per il futuro fino al tentato suicidio, che, non riuscendogli mai, lo fa piombare ancora più a fondo nella sua infelicità.

Tratto da "Corriere.it"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Articolo 11 - il Codice Deonto…

con l'art.11 proseguiamo su Psiconline.it, anche questa settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parm...

Le parole della Psicologia

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

News Letters

0
condivisioni