Pubblicità

Tristezza, non ti (ri)conosco

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 558 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anche una vignetta può insegnare a riconoscere la depressione, soprattutto a chi è giovane e tende a negare il male di vivere. In uno studio appena pubblicato sul Journal of Social Psychiatry dai ricercatori inglesi dell'Università di Bristol diretti da Emily Klineberg, oltre tremila giovani (fra 16 e 24 anni) sono stati sottoposti a un test basato su un fumetto (simile a Charlie Brown, lo scalognato protagonista della famosa striscia di Schultz), per capire quanto fossero preparati e predisposti a individuare i sintomi della depressione e a fornire aiuto a chi ne è colpito. Il personaggio della ricerca inglese si chiama Alex (un nome scelto apposta perché in inglese è sia maschile che femminile e quindi non suscita un giudizio diverso da parte dei partecipanti a seconda del loro sesso) e rappresenta lo stereotipo del depresso, sempre invischiato in situazioni senza via d'uscita che lo portano a vivere i vari aspetti della depressione, dall'isolamento, alla perdita di speranza per il futuro fino al tentato suicidio, che, non riuscendogli mai, lo fa piombare ancora più a fondo nella sua infelicità.

Tratto da "Corriere.it"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Confabulazioni

La confabulazione è un sintomo frequente in alcune malattie psichiatriche, dovuto alla falsificazione dei ricordi. Questa sintomatologia clinica è mostrata da ...

News Letters

0
condivisioni