Pubblicità

TSUNAMI: IL DRAMMA DEI TRAUMI PSICOLOGICI

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 244 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Sono passati sei mesi da quando lo tsunami ha distrutto la loro famiglia, trascinando via con se' quattro dei loro cinque figli, ma Kolandavelu e sua moglie Lakshmi ancora non accennano a riprendersi. ''Abbiamo perso quattro figli, dice l'uomo, un pescatore indiano di 38 anni, e non riusciamo a superare questo dramma''. Lo tsunami ha provocato in totale circa 230.000 morti. Milioni, tuttavia, sono coloro che, pur essendo sopravvissuti, hanno subito traumi psicologici, molti permanenti. Gli esperti sottolineano come la ricostruzione delle case sia molto piu' facile di quella delle menti della povera gente, provata da una catastrofe di dimensioni eccezionali.

''Molte persone, spiega il Dr. K. Sekar, psichiatra dell'Istituto nazionale indiano di salute mentale, solo ora stanno cominciando a realizzare che le perdite subite sono per sempre. Sono soprattutto le donne e le ragazze giovani a risentire di piu' della situazione''.
Kolandavelu racconta che sua moglie e' depressa, non riesce a cancellare l'immagine dei quattro figli risucchiati dalle acque.
''Non posso farci niente dice la donna a volte mentre sto facendo i lavori domestici o accudendo l'unica figlia che ci e' rimasta i ricordi riaffiorano all'improvviso e non posso fare a meno di scoppiare a piangere''.

tratto da Yahoo.it - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

News Letters

0
condivisioni