Pubblicità

UE: ALLO STUDIO ROBOT EVOLUTI PER PAZIENTI DISABILI

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 344 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Realizzare robot evoluti per aiutare le persone con gravi problemi agli arti a essere piu' autonome. Lo sta facendo un gruppo di ricercatori finanziati dall'Unione Europa, secondo quanto riporta il notiziario Cordis. Coordinato dall'Istituto di Automazione all'Universita' di Brema in Germania, il progetto CORBYS ('Cognitive control framework for robotic systems') ha ricevuto 6,1 milioni di euro nell'ambito del tema 'Tecnologie dell'informazione e della comunicazione' (TIC) del Settimo programma quadro (7 PQ). La University of Hertfordshire nel Regno Unito, da parte sua, sta contribuendo in grande misura al progetto costruendo i dispositivi cognitivi di questi robot.

Daniel Polani e il suo team dalla School of Computer Science dell'universita' hanno gia' ottenuto una sovvenzione da 780.800 euro per il lavoro che svolgeranno nel progetto, che ha una durata di 4 anni.

''Gia' esistono alcuni robot che aiutano le persone a camminare, ma la questione e' che essi necessitano di attenzione e monitoraggio continui da parte dei terapeuti e non sono in grado di monitorare efficacemente gli esseri umani'', ha spiegato Polani. ''In CORBYS, lo scopo - ha aggiunto - e' quello di avere dei robot che comprendono le necessita' degli esseri umani in modo da poter operare autonomamente''.

Nell'ambito del piano, il team di Hertfordshire concentrera' il proprio lavoro sul controllo cognitivo ad alto livello di questi robot e della loro sinergia con il comportamento umano.

Gli scienziati affermano che questo si basa su principi e metodologie ispirate dalla biologia e sviluppate dal team della School of Computer Science negli ultimi anni.

''Noi riteniamo che tutti gli organismi ottimizzano le informazioni e le organizzano in modo efficiente al loro posto e che questo modella il loro comportamento; in un certo senso dice loro in parte cosa fare'', ha osservato Polani. ''Noi crediamo che esso - ha detto - aiutera' il nostro sistema a prendere delle decisioni in modo simile agli organismi e a 'leggere' meglio le intenzioni degli esseri umani che supporta. Inoltre, noi useremo queste tecniche per equilibrare chi prende il comando tra robot e uomo''.

tratto da AGINewsOn. Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

News Letters

0
condivisioni