Pubblicità

Un bel sonno salva dal blak out cerebrale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 429 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

A che cosa serve il sonno? Uno studio svolto da ricercatori della University of Wisconsin School of Medicine porta a conclusioni che sono in contrasto con la teoria attualmente più diffusa, secondo cui durante il sonno le sinapsi sarebbero fortemente impegnate in un lavoro di consolidamento delle informazioni importanti acquisite durante le ore precedenti, diventando più forti. "Noi riteniamo invece che l'apprendimento avvenga solo durante la veglia e che la principale funzione del sonno sia quella di mantenere efficienti il cervello e le sue sinapsi", osserva Chiara Cirelli che con il collega Giulio Tononi ha sviluppato la contrapposta ipotesi dell'omeostasi sinaptica.

Come spiegano i ricercatori in un articolo pubblicato on line sul sito di Nature Neuroscience, il cervello umano utilizza l'80 per cento di tutta l'energia che consuma nell'attività sinaptica, aggiungendo continuamente, e rafforzando, le connessioni in risposta a tutti i tipi di stimolazione. Dato che ciascuno dei neuroni del cervello contiene migliaia di sinapsi, questa spesa energetica "è enorme e non può essere sostenuta indefinitamente". "Abbiamo bisogno di un periodo in cui restiamo off-line, durante il quale non siamo così esposti all'ambiente per poter eliminare delle sinapsi", continua la ricercatrice. "Crediamo che sia questa la ragione di fondo per cui noi esseri umani - come tutti gli organismi viventi - dormiamo.

Tratto da "Lescienze.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Apprendimento globale

L'appredimento globale riguarda il nostro modo personale di affrontare un problema. Come viene appreso l'ambiente intorno a sé e come vengono acquisite nuove...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

News Letters

0
condivisioni