Pubblicità

Un pizzico di stress può far bene

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 471 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nervi alle stelle, mille cose da fare prima della partenza tanto sospirata. Lo stress (non solo di inizio estate) potrebbe essere anche positivo: aiuterebbe il sistema immunitario a carburare. Lo sostiene uno studio della School of Medicine della Stanford University. La reazione biologica scatenata dagli ormoni “accesi” dalla tensione nervosa sembra sollecitare la risposta immunitaria. Lo ha stabilito lo studio pubblicato sul Journal of Psychoneuroendocrinology, dopo aver investigato il comportamento delle cellule-soldato, che difendono l'organismo da infezioni e malattie, in risposta a situazioni stressanti, prolungate o temporanee.

Secondo Firdaus Dhabhar e colleghi, che hanno studiato il fenomeno sui topi, l'azione di evento stressante provoca una vasta circolazione di cellule immunitarie, che si distribuiscono in vari distretti del corpo, attraverso il sangue e i tessuti, per contrastare l'attacco esterno. In particolare, a fare da “miccia” sono tre ormoni rilasciati – in tempi e modalità diverse- dalle ghiandole surrenali. Si chiamano norepinefrina, epinefrina e corticosterone (cortisolo negli uomini) e promuovono la diffusione delle cellule-soldato, come già aveva evidenziato uno studio precedente che si era rivolto al recupero post-operatorio dei pazienti. Questo meccanismo, che si basa sul noto principio delle scienze animali e dell'evoluzione “fuggi o combatti”, entra in azione solo quando l'organismo è in una situazione critica e lo aiuterebbe a far fronte a necessità temporanee per permettere la sopravvivenza. “La natura usa il cervello, l’organo più adatto a rilevare una sfida che si avvicina, per segnalare il rilevamento al resto del corpo dirigendo il rilascio di ormoni dello stress”, spiega Dhabhar che punta a capire come si può stimolare dall'esterno questo processo “vitale” negli uomini per favorire la guarigione.

Tratto da: "ilsole24ore.com" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Le parole della Psicologia

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

News Letters

0
condivisioni