Pubblicità

Una importante sentenza di mobbing in Italia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 407 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
La storia di Giovanna Bianchi (nome fittizio), citata dal Dott. Vincenzo Paolillo nel suo libro "Il Mobbing, branco omicida? Un kit di sopravvivenza", infermiera professionale presso un Ospedale pubblico, inizia circa nel 1985 con una caduta in corsia e conseguente lussazione al ginocchio. Le continue lamentele per essere obbligata a continuare il lavoro sotto dolore vengono risolte in prima istanza con un intervento operatorio al menisco, mal eseguito.
L'intervento non appare risolutorio e per anni Giovanna, che soffre, chiede il trasferimento a mansioni che non richiedano la postura eretta. La direzione del personale ignora quanto richiesto da Giovanna edai suoi legali ed è perciò che cominciano a fioccare le denunzie da parte di Giovanna e atteggiamenti vessatori da Mobbing di vario livello e di varia intensità dal datore di lavoro. (dalle aggressioni verbali alle lettere raccomandate, alle visite mediche fiscali che per accertare la veridicità del male, le ruotano il ginocchio infortunato).

Giovanna è costretta a continuare a lavorare con posture erette: si aggravano i problemi ortopedici ed insorgono palesi i primi sintomi degli effetti del Mobbing definiti come sindrome post-traumatica da Stress ad esordio ritardato, Burnout e una distimia, (DSM-IV 300.40) certificati anche da uno psichiatra.

Ciò nononostante l'Amministrazione rifiuta la modifica delle mansioni ed anzi attua una serie di interventi definibili chiaramente come vessatori fino ad arrivare al punto che Giovanna, nel mese di marzo 2000, al termine dell'espletamento delle operazioni peritali forensi, effettua un tentativo di suicidio con autodefenestramento sventato solo all'ultimo momento ed in maniera fortunosa dal suo consulente peritale di parte.

Il 22 giugno di quest'anno il Giudice ha emesso una sentenza di risarcimento danni per Giovanna scrivendo, fra l'altro:
"…merita accoglimento invece la domanda intesa al riconoscimento del danno morale, di notevole entità nel caso in esame e che viene indennizzato nella misura del 50% del danno biologico…. Tutte le somme riconosciute sono adeguate a valori monetari correnti e quindi, escluso il riconoscimento della rivalutazione monetaria sull'importo di € 161.841,83, …con criterio medio ed equitativo viene riconosciuto un interesse al tasso del 5% decorrente dal gennaio 1996 al saldo….".

Il Dott. Vincenzo Paolillo, collaboratore di Psiconline e curatore del forum sul mobbing presente sul nostro sito (www.psiconline.it/viewforum.php?forum=12), è stato il consulente di parte di Giovanna e sul caso ha in corso di preparazione un articolo che illustrerà in dettaglio l'intero caso.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Cinofobia

Il cane è da sempre l’animale più amato dagli esseri umani, ormai è proverbiale la definizione “migliore amico dell’uomo” e in effetti la storia conferma questa...

News Letters

0
condivisioni