Pubblicità

Una pelle artificiale per recuperare il tatto

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 323 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sensibile, elastica e calda come quella umana, potrebbe portare a una svolta storica nel settore delle protesi

Dalla sua nascita il settore delle protesi ha fatto numerosi passo on avanti, tanto che oggi esistono arti artificiali che possono essere addirittura controllati direttamente con il cervello, come se fossero vere mani o braccia. Purtroppo il tentativo di dotare queste protesi di un vero e proprio senso del tatto è risultato essere un'impresa molto complicata. Oggi, però, un nuovo materiale in grado di percepire il calore, la pressione e l'umidità potrebbe letteralmente rivoluzionare il mondo della protesica.


Frutto della collaborazione tra ricercatori coreani e statunitensi, la nuova pelle artificiale è formata da un polimero dotato di proprietà elastiche e capacità sensoriali simili a quelle della cute. Come descritto sulle pagine di Nature Communications, al suo interno è presente una fitta rete di sensori ultrasottili fatti di oro e silicone.

 

 

Tratto da www.salute24.ilsole24ore.com - Prosegui nella lettura dell'articolo


Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

News Letters

0
condivisioni