Pubblicità

Uomini e topi di fronte al calcolo probabilistico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 764 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I risultati porterebbero a concludere, secondo i ricercatori, che la valutazione del rischio non è un’attività conscia di livello superiore, ma una capacità a cui sovrintende una parte antica del nostro cervello e che condividiamo con altri mammiferi Gli esseri umani condividono con i topi una facoltà psicologica molto importante: la capacità di valutare il rischio. È quanto afferma una ricerca svoltasi presso la Rutgers University i cui risultati sono pubblicati sulla rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences”.

Fuat Balci, David Freestone e Charles R. Gallistel, autori del lavoro, riportano infatti i risultati di un esperimento che fanno supporre che le prestazioni dei piccoli animali siano simili alle nostre quando si tratta di valutare in pochi secondi quale di due luoghi sia il posto migliore per ottenere una ricompensa. Ciò porterebbe a concludere, sostengono i ricercatori, che la valutazione del rischio non è un’attività conscia di livello superiore, ma una capacità a cui sovrintende una parte antica del nostro cervello e che condividiamo con altri mammiferi, tra cui appunto i topi.

Tratto da "Le Scienze" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il termine ...

News Letters

0
condivisioni