Pubblicità

Usa, lo stress da lavoro uccide il tempo libero

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 249 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Ogni venerdì mattina Monica Leach spera di trascorrere il weekend al mare insieme al marito Jack, giornalista, e al figlioletto di 18 mesi. «Ma all'ultimo momento cambiamo sempre programma», si lamenta la 34enne ballerina, «durante la settimana non abbiamo abbastanza tempo per fare la spesa e lavare i panni e così ci tocca restare a casa e lavorare anche nel weekend. Quindi si finisce sempre per rimandare alla prossima settimana». I Leach non sono gli unici, in America , a dover rinunciare sempre più spesso ad uno dei sacri riti a stelle e strisce: il fine settimana. Secondo una ricerca condotta dal Families and Work Institute, il 33% degli americani oggi lavorano anche al di fuori dell'orario normale d'ufficio, mentre il 37% prendono ferie che durano meno di sette giorni. Ma non è sempre stato così. Nel 1977 una coppia di giovani sposati, entrambi impiegati, lavorava in media 81 ore settimanali. Nel 2001 quel numero è salito a 91 ore a settimana e secondo le ultime stime, presto si sforerà la soglia delle 100 ore. Un aumento così vertiginoso e stressante da aver spinto molti a cercare aiuto. «Ho registrato un aumento del 50% nel numero di coppie stacanoviste che si rivolgono a me sull'orlo dell'esaurimento nervoso», racconta il dott. Peter Fraenkel, noto psichiatra newyorchese, «il lavoro le perseguita fino a casa, a cena, a letto e soprattutto durante il weekend, sfasciando dozzine di matrimoni».

tratto da Corriere.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Articolo 11 - il Codice Deonto…

con l'art.11 proseguiamo su Psiconline.it, anche questa settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parm...

Le parole della Psicologia

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

News Letters

0
condivisioni