Pubblicità

Verruche vaginali ( 015689)

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 345 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cosimo, 34 anni

Devo aver infettato la mia ragazza di queste verruche naturalmente ignaro di essermele prese, c'eravamo mollati ho incontrato una mia ex che mi ha lasciato sto ricordino, per quello ero non protetto cavolo.. ai primi di novembre mi sono rimesso con la mia fidanzata e abbiamo sentito un fastidio agli organi genitali,quindi si è fatta visitare e a fine gennaio le hanno trovato un "cancro" diciamo ma per fortuna da ulteriori esami è benigno. ma è possibile che sia colpa mia e delle verruche in soli due mesi? e adesso cosa posso fare io? non ho più fastidi ma sono infetto e posso infettare? e la mia ragazza oltre a tenersi sotto controllo periodico cosa puo fare? possiamo avere bambini? ne risentiranno durante la gravidanza e o parto ? ringrazio anticipatamente per una eventuale risposta e cordiali saluti.. se servono ulteriori informazioni scrivetelo nella risposta che sono pronto a fornirle.

Salve,credo che quello che avuto la sua ragazza è abbastanza frequente ma una volta curato non vi dovrebbero essere problemi, per stare più tranquilli faccia anche lei una visita dall'andrologo, in modo da charire ogni eventuale dubbio ulteriore.
saluti


( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

News Letters

0
condivisioni