Pubblicità

Video games can be good for kids

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1050 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Several times a week before dinner, Janet and Jim Herlihey of West Chester, remind their sons Michael, 12, and Paul, 10, to get in a good half-hour of video game time before eating. Parents telling their kids to play video games? That's right. The boys are among the estimated 5% to 7% of children who have attention deficit disorder, and video games, as prescribed by their psychologist, have helped them learn to focus, their mother says.

In addition to a Sony PlayStation 2, the family has some special equipment: a S.M.A.R.T. BrainGames system that consists of a special controller, a helmet with built-in sensors for monitoring brain activity and a Smartbox that receives the brain signals.
As long as the boys remain calmly focused on the game, it plays normally, says their Philadelphia psychologist Domenic Greco.
But if a player's mind wanders, the Smartbox sends a signal to the controller hindering acceleration or character movement in the game.The Herliheys connected online with Greco, who designed the system by adapting a similar one that NASA used for pilot training. After treating the boys last year at his office in Philadelphia, he recommended the at-home video game therapy.

Tratto da APA.org - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

News Letters

0
condivisioni