Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Violenza domestica

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 293 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Coloro che perpetrano la violenza domestica potrebbero soffrire di una forma particolare di scompenso neuro-psicologico che altererebbe la loro capacità di controllare le proprie emozioni e gli impulsi aggressivi; questa l’ipotesi apparsa nell’ultimo numero della rivista Psychophysiology.

“Benché molti di questi fenomeni siano collegati ad abusi alcolici da parte dei soggetti violenti ed al fatto che siano stati esposti in passato ad analoghi vissuti all’interno delle loro famiglie di origine, la maggiorparte dei soggetti violenti sono solitamente sobri durante questi comportamenti” – dice il dr. Jhon C.Umhau, del National Institute on Alcohol Abuse di Bethesda (Md – Usa). Molti di coloro che presentano queste alterazioni comportamentali riferiscono che spesso un solo sguardo o una espressione particolare da parte dell’altro possono essere sufficienti per innescare il processo che conduce poi inevitabilmente all’esplosione emotiva ed all’attacco aggressivo verso l’altro, solitamente il proprio coniuge o partner. Le reazioni somatiche che si accompagnano a questi vissuti sono quelle tipiche delle reazioni ansiose e dell’attivazione organismica di fronte a stimoli percepiti come minacciosi: respiro affannoso, tremori, palpitazione, sensazione di non poter controllare la situazione.

Il dr.Umhau ed i suoi colleghi hanno focalizzato l’attenzione su tali reazioni del sistema nervoso autonomo, in particolare sull’attività vagale e sul ritmo cardiaco. In base alle rilevazioni condotte nella ricerca, l’ipotesi è che la regolazione dei comportamenti aggressivi abbia subito in questi soggetti una alterazione che nel tempo si è cronicizzata interferendo quindi nel normale funzionamento di inibizione di tali condotte.

Negli Usa si è stimato che circa il 30% del totale delle donne morte per uccisione sono state colpite mortalmente dai propri mariti o dai partners durante atti di violenza domestica.

tratto da: “Domestic Abuse And the Nervous System” - United Press International – Feb.2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Confusione (1526846650743)

celine, 15     Ciao, scrivo qui perchè ultimamente mi sento strana. Tutto intorno a me è così confuso, ovunque io vada mi sento molto triste: ho...

Ho bisogno di aiuto (152681685…

NICOLE, 18     Salve, so molto bene che questa mia richiesta possa essere scartata per le motivazioni sopra riportate, ma ci provo lo stesso. ...

Elaborazione del lutto (152630…

paola, 50     Buongiorno, scrivo per ricevere un buon consiglio riguardo una situazione delicata. Il fidanzato di mia figlia frequenta l'universi...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’...

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

News Letters

0
condivisioni