Pubblicità

Vittime dimenticate di violenza

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 366 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

Chi ha una disabilità è più a rischio di subire violenza e maggiormente vulnerabili sono coloro che soffrono di malattie mentali. Lo evidenziano ricercatori della John Moores University di Liverpool in uno studio commissionato dal Dipartimento «Prevenzione della violenza e disabilità» dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e pubblicato di recente sulla rivista scientifica The Lancet. Gli autori hanno passato in rassegna 26 ricerche che negli ultimi 20 anni hanno coinvolto circa 21mila adulti con disabilità di diversi Paesi del mondo: Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Canada, Nuova Zelanda, Taiwan e Sud Africa.
LIMITI DELLO STUDIO - «Circa il 3% degli intervistati ha dichiarato di essere stato vittima negli ultimi 12 mesi di episodi di violenza, ma la percentuale sale quasi al 24% quando si tratta di persone con disabilità intellettiva - riferisce Mark Bellis, coordinatore del team di ricercatori -. Secondo il nostro studio, si tratta di un problema molto diffuso ma ancora sottostimato». «Mancano dati certi anche perché la violenza nella maggior parte di casi avviene in ambienti familiari o di cura - commenta Giampiero Griffo rappresentante italiano dell’Edf, l’European Disability Forum -.

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Psicodramma

Lo Psicodramma è la più antica terapia di gruppo.   Lo psichiatra Jacov Levi Moreno (1889-1974) in un suo lavoro giovanile (1911) e in un suo scritto sul...

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

News Letters

0
condivisioni