Pubblicità

Psicologi a scuola

0
condivisioni

Consapevolezza organizzativa per ottimizzare l’apprendimento

Consapevolezza organizzativa per ottimizzare lapprendimentoCari giovani, non sotterrate i talenti, i doni che Dio vi ha dato!
Non abbiate paura di sognare cose grandi!
(Papa Francesco)

Riprende il blog Psicologi a scuola continuando il lavoro lasciato in sospeso[2]. Da questo post in poi c’è però una novità: tutte le proposte saranno in doppia lingua, italiano e castellano, per consentire la fruizione anche  ai colleghi dell’America Latina coinvolti nel Modello Educreando© Binazionale[3]-[4]

Come anticipato nel post Consapevolezza metacognitiva e strategie di apprendimento, la seconda fase del nostro precorso è quella della rilevazione. Ma rilevare cosa? E perché è importate fare queste rilevazioni?

In primo luogo, è importante guidare gli studenti a rendersi conto che è possibile avere una gestione del tempo, organizzandosi affinché ci sia del tempo da dedicare allo studio ma anche del tempo da dedicare allo svago. Dedicarsi ad attività divertenti è, infatti, non solo importante ma anche produttivo e, di questo è importante che gli studenti se ne rendano conto imparando a pianificare la propria giornata.

Nadia Monticelli (esperta in processi formativi) e Valeria Bianco (esperta in comunicazione formativa) forniscono infatti alcuni suggerimenti[5] che è utile tenere presenti quando si presenterà l’attività agli alunni:

  • Tempo. La gestione del tempo è la principale abilità da apprendere e da consolidare per riuscire a dedicare materialmente la giusta attenzione allo studio o al divertimento (…. ) giacché il tempo dedicato al divertimento aiuta ad allentare le tensioni emotive, ma anche fisiche.
  • Divertimento. Ciascuno ha il proprio modo di svagarsi e il tempo del divertimento è una riserva di energie che aiuta a ritemprarsi e rimotivarsi quando è il momento di dedicarsi allo studio. È possibile divertirsi guardando un film, leggendo un libro, chiacchierando con gli amici, giocando con i familiari, facendo una gita o una passeggiata, dedicandoci a un hobby o facendo sport. Insomma, ognuno ha il proprio modo di divertirsi, ma è importante che non lo metta da parte, per nessun motivo[6].
  • Ottimizzare le energie. Proprio per potersi divertire è necessario stabilire un tempo da dedicare allo studio. Per ottimizzarlo è opportuno eliminare tutte le distrazioni per non interrompere l’attenzione da dedicare allo studio nel tempo che si è stabilito. Imparare a stare completamente e con totale attenzione nelle azioni che stiamo svolgendo permette di viverle con più serenità ed efficacia[7].
  • Monitorare. Talvolta è opportuno verificare se il tempo stabilito per studiare è sufficiente per ottenere un risultato adeguato. In altri termini va monitorata:
    • l’efficienza, per cui  se ci accorgiamo di avere esagerato con lo studio perché ci sentiamo sovraccaricati e con poco tempo libero a disposizione[8] dobbiamo rimodulare la nostra tempistica a favore di tempi più distesi.
    • L’efficacia, per cui se ci accorgiamo che abbiamo dedicato troppo tempo ai divertimenti e poco allo studio e ciò ci impedisce di ottenere i risultati stabiliti, anche in questo caso è opportuno rivedere la scansione oraria dell’organizzazione della giornata.

Essendo la modalità di studio strettamente soggettiva, la nostra prima rilevazione riguarderà quindi proprio l’organizzazione della giornata (Scheda b1), allegata qui sotto in italiano e spagnolo.

La scheda rappresenta però il medium, il mezzo per avviare la riflessione degli studenti,  a cui seguirà una discussione guidata, cuore dell’intervento per focalizzarsi sugli aspetti soggettivi e personalizzati per valorizzare l’unicità di ciascuno studente. Infatti come al solito l’attività sarà seguita dalla Scheda di autovalutazione.

Allegati (in italiano e spagnolo):

 

 

Conciencia organizativa para optimizar el aprendizaje1

Queridos jóvenes, no enterréis vuestros talentos, los dones que Dios os ha dado.
¡No tengas miedo de soñar con cosas grandes!
(Papa Francesco)

El blog “Psicologi a scuola” continúa el trabajo que quedó pendiente2. A partir de este puesto, sin embargo, hay una novedad: todas las propuestas estarán en dos idiomas, italiano y castellano, para que puedan ser utilizadas también por los colegas latinoamericanos que participan en el Modelo Educreando© Binacional3-4

Como se anticipó en el post Conciencia metacognitiva y estrategias de aprendizaje4 , la segunda fase de nuestro precurso es la de detección. Pero, ¿en qué consiste el estudio? ¿Y por qué es importante realizar estas mediciones?

En primer lugar, es importante orientar a los estudiantes para que se den cuenta de que es posible tener una gestión del tiempo organizándose de manera que haya tiempo para estudiar pero también para el ocio. Dedicar tiempo a actividades divertidas es, de hecho, no sólo importante sino también productivo, y es importante que los estudiantes se den cuenta de ello aprendiendo a planificar su día.

Nadia Monticelli (experta en procesos de aprendizaje) y Valeria Bianco (experta en comunicación educativa) aportan algunas sugerencias5 que conviene tener en cuenta al presentar la actividad a los alumnos:

  • El tiempo. La gestión del tiempo es la principal habilidad que hay que aprender y consolidar para poder dedicar materialmente la atención adecuada al estudio o a la diversión (.... ), ya que el tiempo dedicado a la diversión ayuda a aliviar las tensiones emocionales, pero también físicas.
  • Divertirse. Cada uno tiene su propia manera de divertirse, y el tiempo de diversión es una reserva de energía que ayuda a refrescarse y motivarse de nuevo cuando llega el momento de dedicarse al estudio. Puedes divertirte viendo una película, leyendo un libro, charlando con los amigos, jugando con los miembros de la familia, yendo de viaje o de paseo, practicando una afición o haciendo deporte. En definitiva, cada uno tiene su manera de divertirse, pero es importante que no la deje de lado, por ningún motivo6.
  • Optimización de la energía. Para divertirse, es necesario establecer un tiempo para dedicar al estudio. Para optimizarlo, hay que eliminar todas las distracciones para no interrumpir la atención que se debe dedicar al estudio en el tiempo que se ha fijado. Aprender a estar completamente y con atención indivisa en las acciones que estamos realizando nos permite vivirlas con más serenidad y eficacia7 .
  • Seguimiento. A veces conviene comprobar si el tiempo dedicado al estudio es suficiente para obtener un resultado adecuado. En otras palabras, hay que vigilarlo:
    • eficiencia, así que si nos damos cuenta de que nos hemos pasado con los estudios porque nos sentimos sobrecargados y tenemos poco tiempo libre8 tenemos que reprogramar a favor de horarios más relajados.
    • Eficacia, por lo que si nos damos cuenta de que hemos dedicado demasiado tiempo al entretenimiento y muy poco al estudio y esto nos impide alcanzar los resultados deseados, también aquí conviene revisar la organización del tiempo del día.

Dado que la modalidad de estudio es estrictamente subjetiva, nuestra primera encuesta se referirá a la organización de la jornada (Hoja b1), que se adjunta a continuación en italiano y español.

Sin embargo, la forma representa el medio, el medio para iniciar la reflexión de los estudiantes, que irá seguida de un debate guiado, el corazón de la intervención para centrarse en los aspectos subjetivos y personalizados para potenciar la singularidad de cada estudiante. De hecho, como es habitual, la actividad irá seguida del formulario de autoevaluación.

Anexos (en español e italiano)

 

Bibliografia

Canale YouTube: EDUCREANDO© BINAZIONALE Modello Argentina-Italia

Facebook: Modello Educreando Binazionale - Programa Educreando Binacional

Improta, A. (1994 – 2021). Consapevolezza metacognitiva e strategie di apprendimento. Pacchetto operativo sperimentato presso la S.M.S. “A. Custra” di Cercola (NA) e I.C. 1° Don Bosco Melloni di  Portici (NA).

Improta, A. (2022).  Autoconoscenza e autoaccettazione per motivare all’apprendimento. 28/03/2022 (con materiali operativi direttamente utilizzabili, in italiano e spagnolo - con material operativo directamente utilizable, en italiano y español). Traducción al castellano

Improta, A. (2022).  Consapevolezza metacognitiva e strategie di apprendimento. Blog Psicologi a scuola. Post del 4 febbraio 2022. Traducción al castellano

Improta, A. (2022).  Fase preliminare: cosa penso di me. 28/02/2022 (con materiali operativi direttamente utilizzabili) Traducción al castellano. Agregados: con material operativo directamente utilizable, en castellano

Monticelli, N. & Bianco, V. (2016). Studio o mi diverto? L'equilibrio tra impegno e svago. In https://www.studenti33.it/cont/allena-mente/articoli/29720/studio-diverto-lequilibrio-impegno-svago.aspx

Paleoseti Blog (2020). L’importanza del divertimento nella nostra vita. In https://www.paleoseti.it/limportanza-del-divertimento-nella-nostra-vita/

 

NOTE

[1] Improta, A. (1994 – 2021). Consapevolezza metacognitiva e strategie di apprendimento. Pacchetto operativo sperimentato presso la S.M.S. “A. Custra” di Cercola (NA) e I.C. 1° Don Bosco Melloni di  Portici (NA).

[2] Improta, A. Consapevolezza metacognitiva e strategie di apprendimento. Blog Psicologi a scuola. Post del 4 febbraio 2022. Traducción al castellano

Altri post connessi - Otros artículos relacionados:

[3]  Facebook: Modello Educreando Binazionale - Programa Educreando Binacional

[4]  Canale YouTube: EDUCREANDO© BINAZIONALE Modello Argentina-Italia

[5] Monticelli, N. & Bianco, V. (2016). Studio o mi diverto? L'equilibrio tra impegno e svago. In https://www.studenti33.it/cont/allena-mente/articoli/29720/studio-diverto-lequilibrio-impegno-svago.aspx

[6] Paleoseti Blog (2020). L’importanza del divertimento nella nostra vita. In https://www.paleoseti.it/limportanza-del-divertimento-nella-nostra-vita/

[7] Monticelli, N. & Bianco, V. (2016). Op. cit.

[8] Ibidem

 

 

 

Pubblicità

 

 

 

 

Apologia del nero
Saman Mauro Rostagno
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni