Pubblicità

Psicologi a scuola

0
condivisioni

Valutazione dell’esperienza: la voce dei docenti

VALUTAZIONE DELL'ESPERIENZA: LA VOCE DEI DOCENTICriticare è valutare, impadronirsi, prendere possesso intellettuale,
insomma stabilire un rapporto con la cosa criticata e farla propria.
(Henry James)

 

Coerentemente con la citazione di apertura, per conoscere un fenomeno bisogna stabilire un rapporto con la cosa criticata e farla propria. In questa prospettiva vanno ascoltate le voci tu tutti gli attori che vi prendono parte, seppure con ruoli differenti.

In questa prospettiva il lavoro di valutazione dell’esperienza è stato valutato attraverso:

  • Registri delle attività realizzate in classe condivisi tra le scuole argentine e italiane.
  • Interviste semi-guidate ai docenti e gruppi di lavoro in videoconferenza.
  • Questionario a docenti e studenti per indagare le percezioni soggettive.

In questo post mi focalizzerò soprattutto sui risultati del  Questionario per insegnanti, sottolineando le differenze esistenti tra i due contesti:

In Argentina, non c'è il docente di sostegno e il lavoro è stato svolto dal gruppo di insegnanti e professionisti di IUSAM

In Italia i questionari sono stati realizzati da personale interno.

Sono state dunque individuate tre categorie empiriche:

  • L’intervento di personale esterno a scuola[1]
  • La percezione soggettiva del docente in merito al problema1.
  • L’impatto dell’esperienza[2].
  • In Argentina gli insegnanti hanno risposto al questionario e fatto commenti scritti sulle loro impressioni. Dall’analisi dei dati scaturisce che gli insegnanti riconoscono che se sono coinvolti si sentono sopraffatti e senza risorse per affrontare questi problemi. Uno degli insegnanti dice che la presenza della squadra che l'ha accompagnata è stata importante e proficua perché "gli studenti si lasciano andare maggiormente con personale esterno”. Come suddetto in Italia i questionari sono stati realizzati da personale interno, in particolare dal gruppo di lavoro “Generazioni connesse” della scuola di Portici (NA) coordinato dalla docente referente (Docente di sostegno con competenze seconde in quanto psicologa e psicoterapeuta). Tuttavia i risultati non discordano da quelli argentini giacché spesso anche i docenti italiani si sentono scoraggiati di fronte a problematiche che ritengono spesso più grandi di loro e anelano ad un servizio di rete sociale maggiormente efficiente. Il supporto di personale esterno qualificato, formato sul modello dell’intersoggettivismo trasformativo & educazione emozionale[3], potrebbe essere un valore aggiunto per esperienze trasformative e significative a scuola.
  • In Argentina un'altra categoria empirica che appare nelle espressioni dell'insegnante è "se succede in tutta la società sono più calmo", che spiega la forte domanda che l'insegnante prova per ciò che registra poiché è responsabile del bullismo a scuola, sebbene esiste un protocollo per affrontare situazioni di violenza e abuso, basato sulle leggi sulla protezione dei bambini, la soggettività dell'insegnante è alterata perché non è uno specialista in patologie sociali o individuali. La situazione italiana, è un po’ differente in quanto c’è un grande interesse in merito alla tematica, tanto che il governo ha emanato la Legge 71/2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed  il  contrasto del fenomeno del cyberbullismo” Di conseguenza i docenti italiani che hanno partecipato alla ricerca, maggiormente sensibili alla tematica,  sentono il peso della responsabilità sociale del loro operato, che se spesso di sentono sopraffatti. Comune a entrambi i contesti è la sofferenza che l'insegnante può sperimentare.
  • Si è poi valutato l’impatto dell’esperienza sul vissuto soggettivo dei docenti.

Tanto in Argentina quanto in Italia per la maggior parte dei docenti l’esperienza è stata arricchente in quanto ha fornito nuovi elementi per lavorare quotidianamente in classe (56,3%). Quest’aspetto è particolarmente rilevante in un approccio che si propone di rivitalizzare il desiderio di insegnare ed imparare.

Pubblicità

L’esperienza ha inoltre permesso a circa un quarto del campione intervistato di capire qualcosa [in più] su bambini/adolescenti, non apprezzato prima: se il focus sono le emozioni e le metodologie sono quelle espressive si avvia un dialogo intersoggettivo difficile da sperimentare con una didattica sbilanciata sul cognitivo.

La risposta fornita dal 12,5% degli intervistati risulta significativa nella prospettiva in cui i docenti coinvolti sono soggettivamente implicati, giacché hanno risposto che l’esperienza è servita a comprendere qualcosa di utile per se stessi. 

Infine per una piccola percentuale di partecipanti (6,3%) l’esperienza è stata occasione di confronto e scambio con il diverso da sé, esperienza internazionale su cui riflettere.

Va sottolineato che, anche se presentati con dati percentuali, stiamo comunque parlando di una ricerca qualitativa che valuta l’impatto dei cambiamenti soggettivi delle persone, accorpati qui per renderli comunicabili. Nel questionario era infatti presente una sezione “aperta” ai Suggerimenti per una nuova esperienza di prevenzione del bullismo attraverso il modello dell'intersoggettivismo trasformativo & educazione emozionale e tutte le risposte “spingono” nella direzione offerta dal modello:

  • Relazione emotivamente significativa allievo/docente;
  • Attività laboratoriali ed espressive;
  • Maggiori occasioni di confronto tra le scuole e i due paesi coinvolti;
  • …..

Nel prossimo post ascolteremo la voce degli studenti… da 6 a 20 anni!

 

Bibliografía y Sitografía en castellano Educreando© - proyecto binacional

Investigaciones realizadas por el equipo de investigación e intervención en escuelas, IUSAM y APDEBA.

Equipo científico: Isabel Mansione, Diana Zac, Marta Viola, Juan Pablo Temelini, Santiago Carballo, Daniel Bentaberry, Liliana Zuntini, Alejandro de Leon:

  • Inclusión y escuela: los niños y jóvenes con dificultades especiales. Estudio de casos y seguimiento escolar. Financiado por el equipo, 2015
  • Las representaciones acerca de la escuela en los adolescentes migrantes escolarizados de ayer y de hoy. Financiamiento Infod, proyecto 1876, 2013
  • Estilos de interacción entre adolescentes y entre adolescentes y adultos en los que estallan incidentes críticos Financiamiento INFD 2011, proyecto 1271       
  • Representaciones acerca de la violencia y su prevención Financiamiento IPA-DES, 2007-2010, Resolución 39/07
  • Participación socio-comunitaria y proyecto de vida en adolescentes Financiamiento INFD, 2009, Proyecto 676
  • Embarazo adolescente (maternidad y paternidad) Financiamiento DES, 2005-2007, Resolución 47/05

Mansione, I y Zuntini, L. (2009). Artículo publicado por Universidad de Salerno, departamento de Historia, Jornadas sobre las migraciones.

Mansione, I, Temelini J. P. y Zac, D. (2016). Caja de herramientas para la educación emocional. Buenos Aires: Editorial Noveduc

Mansione, I. (2004). Tensiones entre la formacion y la practica docente. Rosario (Argentina): Editorial Homo Sapiens.

Mansione, I. (2004). Las tensiones entre la formación y la práctica docente. Rosario: Homo Sapiens.

Mansione, I., Tettamanti, L., Viola, M., Zac, D. (2008).   Informe final de investigaciones elevados a la Dirección de Enseñanza Superior sobre “Violencia en y de la escuela”. Buenos Aires.

Mansione, I., Viola, M., Zac, D., Temelini J. P. y Carballo, S. (2016). La emocionalidad en los vínculos. La escuela como segunda familia. En Simposio Annual APdeBA. Buenos Aires.

Mansione, I., Viola, M., Zac, D., Temelini J. P., Linetzky, Equisito, Sikora, Maag, Destito. (2011).  Informe final de investigación: “Adolescencia y proyecto de vida en conurbano bonaerense”. Buenos Aires.

Mansione, I., Viola, M., Zac, D., Temelini J. P., Suffi, Equisito, Sikora y Maag. (2013).  Informe final de investigación “Interacciones violentadoras”. INFOD.

Mansione, I., Zac, D. y Tettamanti,  L. (2010). La esperanza de los niños. Revista SIRPIDI. Roma

Mansione, I., Zac, D. y Viola, M. (2014).Campo grupal y contexto escolar. “Cuando a la sociedad le pica se rasca en la escuela”. Funzione Gamma. N°32. Roma.

Mansione, I., Zac, D. y Zuntini, L. (2010). La sombra de la memoria. Publicacion en Universidad de Salerno. 

Mansione, I., Zac, D., Viola, M. y Temelini, J .P. (2013). Interacciones violentadoras entre adolescentes y entre adolescentes y adultos. Funzione Gamma. Roma.

Mansione, I., Zuntini, L.,  Raschia, C., Gloria, G., Viola, M., Zac, D., Temelini, J. P. & Carballo, S. Talleres de educación emocional para una escuela  inclusiva  y fortalecedora del deseo de aprender. IUSAM: Buenos Aires.

Bibliografia e sitografia in italiano Educreando© - Progetto binazionale

Improta, A. & Mansione I., I. con la collaborazione di: di Tuoro, M., Scognamiglio, L., Scala, M., Carballo, S.,  Leiva Stevan, L.,  Salzano, A. M.,  Raschia, C., Sica, A.,  Giordano, M. A.   (2019-2020). “Educreando” Strumenti e strategie di educazione emozionale a scuola. Corso di Sensibilizzazione, Formazione e Accompagnamento alla didattica per docenti scuola primaria e secondaria, in presenza e in FAD, degli istituti coinvolti nel Progetto binazionale italo argentino. Portici-Pioltello. Con il Patrocinio del Comune di Portici, del Comune di Pioltello, dell’Ordine degli Psicologi della Campania. Direttore del corso: Sepe,A.

Improta, A. (2019). “Educreando” per l’inclusione e la riduzione dei  fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Corso di formazione-progettazione per docenti scuola primaria e secondaria degli istituti porticesi coinvolti nel Progetto binazionale italo argentino. I.S.S. “Carlo Levi”. Portici.

Improta, A. (2019). La scuola divertente: consapevolezza emozionale per una scuola inclusiva. Corso di formazione in servizio per docenti I.S.S. “Francesco Saverio Nitti”. Portici.

Improta, A. (2018). Educreando, progetto binazionale: dagli Appennini alle Ande. Relazione presentata al 15° CONVEGNO UNA SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE organizzato da SSN-ATS Città metropolitana Milano. Pioltello, 8 novembre 2018. 

Improta, A. (2018). Educreando. Il linguaggio delle emozioni per generare processi inclusivi. Poster presentato all’IX edizione della Settimana del Benessere Psicologico in Campania. Portici, 13 ottobre 2018.

Improta, A. (2017). Inclusione e disabilità. Corso di formazione in servizio per docenti nell’ambito del Piano Nazionale Formazione docenti. Rete Digital School: ambito 21. I.S.S. “Carlo Levi”. Portici.

Improta, A. (2015). Intervento psicologico per la scuola e metodi narrativi. Strategie per la costruzione dell’intervento.  Francavilla al Mare: Psiconline.

Improta, A. & Improta, A. (2014). Dimmi come mangi e ti dirò chi sei. Il cibo come momento di convivialità tra cultura di appartenenza e cultura locale. Nell’ambito del PROGETTO TANOS: MEMORIA DI MIGRAZIONI TRA FEDE E TRADIZIONI. Serie di conferenze in America Latina.

Improta, A., I., Mansione, I., Raschia, C., Salzano, A. M., Zuntini, Gladys, G., Carballo, S., Colonna, I., Raiola, M.C. e collaboratori. (2017). Educreando”. proyecto de extensión:  un’esperienza di gemellaggio metodologico per favorire un apprendimento stimolante e significativo tra le scuole della provincia di Buenos Aires in Argentina, e le scuole della provincia di Napoli e Milano. Sezione “Buone Prassi”  11° Convegno Internazionale  “La Qualità dell'integrazione scolastica e sociale”. Rimini.

Improta, A., Mansione, I. I., Zuntini, L., Cardoso, H., Rasullo Gianelli, C. Colonna, I. e Raiola, M.C. (2015).  Si vive di rapporti, si cresce con le interazioni. La gestione di un modello educativo inclusivo fra le nazioni – Report di un’esperienza di collaborazione e ipotesi progettuali. Convegno per la VI edizione della Settimana del benessere psicologico in Campania. Portici, 11/11/2015.

Improta, A., Mansione, I. I., Zuntini, L., Cardoso, H., Rasullo Gianelli, C. Colonna, I. e Raiola, M.C. (2015). Si vive di rapporti, si cresce con le interazioni. La cultura e il mito come elementi di inclusione e convivenza civile. Sezione “Buone Prassi”  10° Convegno Internazionale  “La Qualità dell'integrazione scolastica e sociale”, Rimini, 13-15 novembre 2015.

Mansione. I. I.,  Improta, A.,  Carballo, S.,  Zac, D.,  Salzano, A. M.,  Raschia, C., Sica, A.,  Giordano, M. A. (2019).  Life Skills e Ricerca Sul Territorio: il Progetto Binazionale Educreando come promotore del ben-essere e del desiderio di imparare. Sezione “Contributi scientifici”  12° Convegno Internazionale  “La Qualità dell'integrazione scolastica e sociale”. Rimini.

Mansione, I., Improta, A, I., Raschia, C., Salzano, A. M., Zuntini, Gladys, G., Carballo, S., Colonna, I., Raiola, M.C. e collaboratori. (2017). Intersoggettivismo relazionale, ovvero, si vive nei rapporti e si cresce nelle interazioni: una ricerca metodologica tra le scuole della provincia di Buenos Aires in Argentina, e le scuole della provincia di Napoli e Milano. Sezione “Contributi scientifici”  11° Convegno Internazionale  “La Qualità dell'integrazione scolastica e sociale”. Rimini.

Ragone, R. (2014). Mission Tanos. Teggiano (SA).

 

Articoli divulgativi (in italiano)

Improta, A. (2015-2019). Post nel Blog Psicologi a scuola:

§   Ricerca e Riflessione: la fase 4 del progetto Educreando 29 ottobre 2019.

§   Si riparte… 22 settembre 2019.

§   La Didattica Metacognitiva come momento di riflessione e condivisione. 17 giugno 2019

§   Il progetto Educreando. Azioni educative e metodologia: Il Cooperative Learning. 18 maggio 2019

§   La danza: metodologie espressive nell’ambito del progetto Educreando. 14 aprile 2019

§   Il progetto Educreando. Azioni educative e metodologia: Role Play & Drammatizzazione. 26 febbraio 2019

§   Azioni educative e metodologia: Fumetti & nuove tecnologie. 05 febbraio 2019

§   Scrittura Creativa, Narrativa Autobiografica & Storytelling. 07 gennaio 2019

§   Caccia al tesoro: alla ricerca del talento sconosciuto! 10 dicembre 2018

§   Generare processi inclusivi: ipotesi di lavoro. La 2a Fase del progetto Educreando. 19 novembre 2018

§   Il progetto Educreando. Fase 1: il lavoro elaborativo. 29 ottobre 2018

§   Le 4 fasi del progetto Educreando. 15 ottobre 2018

§   Educazione, Apprendimento, Rapporti e Riflessioni. 02 ottobre 2018

§   Il suono della campanella (quater): star bene insieme a scuola. 17 settembre 2018

§   Generare processi inclusivi con il modello dell’intersoggettivismo relazionale e educazione emozionale. 6 agosto 2018

§   Mai più invisibili: premesse teoriche del modello dell’intersoggettivismo relazionale e educazione emozionale. 3 luglio 2018

§   Il modello dell’intesoggettivismo relazionale e educazione emozionale. 3 giugno 2018

§   Migrazioni ed emozioni: Il vissuto dell’immigrato e l’intervento a scuola. 7 maggio 2018

§   Migrazioni ed emozioni: Il vissuto dell’immigrato (2). 12 aprile 2018

§   Migrazioni ed emozioni: Il vissuto dell’immigrato (1). 27 marzo 2018

§   Multiculturalità a scuola e crescita del territorio 12 marzo 2018.

§   L’incontro … la mission. 18 febbraio 2018.

§   L'incontro con l'altro... 27 gennaio 2018.

§   Arriva l’Epifania e tutte le feste porta via! 10 gennaio 2018.

§   Natale a 30°: così lontani così vicini! 28 Dicembre 2017.

§   Viaggiatori o migranti? Il Progetto Tanos. 11 Dicembre 2017.

§   In viaggio … oltre le stelle! Riallacciare i nodi … per promuovere il benessere. 27 Novembre 2017.

§   Vorrei nascondermi o scappare: i “segni” del bullismo nella vittima. 06 Giugno 2016.

§   Se ti “posto” ti cancello … la vita sociale: cyberbullismo e dintorni. 24 Maggio 2016.

§   Non è solo un gioco: i “segni” del bullismo negli attori attivi. 20 Giugno 2016.

§   Bulli e cyberbulli nella scuola: caratteristiche e conseguenze. 09 Maggio 2016.

§   Bulli e cyberbulli nella scuola. 25 aprile 2016.

§   La gestione di un modello educativo inclusivo fra le nazioni: si vive di rapporti, si cresce con le interazioni. 09 Novembre 2015.

§   Si vive di rapporti, si cresce con le interazioni: la cultura e il mito come elementi di inclusione e convivenza civile 02 Novembre 2015.

 

Note

[1] Dati sperimentazione 2016/2017.

[2] Dati sperimentazione 2018/2019.

[3] La definizione provvisoria del modello “intersoggettivismo relazionale & educazione emozionale” utilizzata nei post precedenti è stata sostituita dalla presente “intersoggettivismo trasformativo & educazione emozionale” per favorire la traduzione del lemma in castigliano.

 

 

 

Pubblicità

 

 

 

A proposito di mia madre
La Claustrofilia sovranista
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’eccitazione e il piac...

News Letters

0
condivisioni