Pubblicità

Psicologi a scuola

0
condivisioni

Viaggiatori o migranti? Il Progetto Tanos

progetto tanosIl viaggio che vi narrerò è reale! A settembre mi sono recata infatti in Argentina, un paese, caldo e accogliente (nonostante da loro fosse ancora inverno, e in Italia andavamo ancora a mare).

Un paese fatto essenzialmente da migranti di prima, seconda e ormai terza generazione.

Moltissimi i discendenti da italiani che considerano il nostro paese un mito, specchio di tutte le meraviglie!

Questo ci porta ad una riflessione, che risulta essere molto attuale nelle aule scolastiche italiane e foriero di interventi per gli psicologi a scuola: il viaggio di speranza verso lidi più ameni!

In questo caso il viaggio può essere però anche causa di separazioni e sofferenza…Rifacendomi all’idea di una mia cara amica, Angela Stabile, sudamericana, che vive da trent’anni in Italia, Prendo spunto da un classico della letteratura italiana che in qualche modo simboleggia gli spostamenti in massa di un popolo, quello italiano, che più volte nel corso della storia ha avuto la necessità di spostarsi in massa verso luoghi e terre che potessero permettere loro di condurre una vita più dignitosa.

Pubblicità

La storia è quella di Marco, tratta da un episodio del libro “Cuore” di Edmondo De Amicis mette in risalto le problematiche dell’immigrazione, in un periodo poco felice per alcune famiglie che per eventi vari, come le guerre e/o le crisi economiche, sono costrette a cercar fortuna in altri Paesi, lasciando la propria famiglia. La particolarità di questo racconto è che a partire è la donna: Anna, che parte per l’Argentina in cerca di risollevare economicamente la sua famiglia. Questa storia può essere perfettamente calata e paragonata, nell’attualità, a storie di donne dell’est Europa, che giungono in Italia prima dei loro mariti e figli. Naturalmente un lavoro come domestica (ora badante), è più facile da trovare nell’ immediato in una terra straniera, tramite conoscenze e non, in famiglie benestanti, così da poter permettersi di mantenere la propria famiglia lasciata in patria.

Il mio racconto parte quattro anni fa quando, quasi per casualità, entrai in contatto con la mia omologa argentina … di cui vi racconterò nel prossimo post.

 

 

 

Pubblicità

 

 

Natale a 30°: così lontani così vicini!
Il Pifferaio Magico: infanzia dimenticata
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Sonnofilia

La sonnofilia, o sindrome della "bella addormentata", è una parafilia caratterizzata dall'eccitazione stimolata attraverso carezze o altri metodi, esclusi strum...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters

0
condivisioni