Pubblicità

Psicologia delle Migrazioni

0
condivisioni

Migranti coraggiosi

migranti coraggiosiMai come al giorno d’oggi si parla del disturbo da stress post traumatico, al quale nessun migrante sembra non possa sfuggire. Tutti i migranti, in teoria, dovrebbero esserne portatori. Sia quelli che arrivano a Milano provenienti dalle coste della Libia e hanno attraversato il Mediterraneo, sia quelli che hanno fatto un lungo percorso con autobus, treni, molto spesso camminando per giorni interi, e attraverso la rotta balcanica sono arrivati fino a noi.

Ora siamo fermi a un punto cruciale in cui tutto il mondo che ci circonda è destinato ancora a cambiare. Quasi tutti gli altri paesi europei hanno chiuso i loro confini mentre l’Italia non può chiudere il Mediterraneo.

Fortunati quelli che sono partiti prima! Abbiamo visto transitare a Milano circa 110.000 persone e la maggior parte di loro sono arrivati ai paesi a cui volevano arrivare. Quelli che arrivano adesso sono costretti a restare.

Posso dire che tutti hanno manifestato un PTSD? No.

Un vero disturbo da stress post traumatico l’ho visto solo in pochi casi. I profughi sono rimasti all’Hub per un periodo di tempo che è andato dalle poche ore ai dieci giorni circa.  Li abbiamo quindi avuti “sotto osservazione” nelle ventiquattro ore.

Siamo in molti a occuparci di loro all’interno del centro di accoglienza e smistamento e tutti siamo molto disponibili al dialogo, al sorriso, al coinvolgimento nelle loro storie. Offriamo loro cibo, vestiti, scarpe, giochi per i bambini, connessione internet, informazioni… e tanto altro ancora. Soprattutto parliamo con loro, senza lasciarci spaventare dalle lingue che non conosciamo, dalle culture troppo lontane dalle nostre. Sorridiamo molto, questo sì e il sorriso arriva  prima delle parole facilitandoci la relazione con ciascuno di loro.

Tutti sono andati incontro a eventi traumatici, hanno affrontato situazioni che hanno leso la loro fiducia nella vita e nell’essere umano, hanno avuto paura di morire sotto le torture o fra le onde del mare, o nel ghiaccio tra le montagne macedoni. Non fanno fatica a raccontarcelo.
La psicologia ci insegna come trattare il trauma, ci dice che l’esperienza traumatica minaccia l’identità fisica e psichica delle persone. Ma non ci parla mai delle loro risorse interiori, del loro coraggio, delle loro capacità immense di reagire al trauma. Li abbiamo visti giocare a carte, disegnare, scambiarsi una pallina come se fossero in un campo di calcio, correre su un monopattino, trascorrere ore su Facebook.

Soltanto in pochissimi casi abbiamo dovuto ricorrere alla consulenza dello psichiatra e ai farmaci.
Forse io sono troppo ottimista ma trascorro molte ore al giorno insieme a loro ed è così che vedo le cose.

Uomini, donne, bambini. Migranti coraggiosi. E in mezzo a loro, ogni tanto, c’è qualcuno che è stato troppo provato dalla vita e si lascia condurre per mano.

 

 

La prima impressione influenza la comunicazione
Esploro, disegno, comunico!
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.psiconline.it/

0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

La mia ragazza è stata violent…

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Le parole della Psicologia

Test di Rorschach

Test proiettivo che consente di tracciare un profilo di personalità attraverso le risposte verbali che un soggetto fornisce a una serie di stimoli ambigui. &...

Longininfismo

Carattere degli organi sessuali femminili determinato da un grande sviluppo delle piccole labbra (o ninfe), le quali protendono all’esterno delle grandi labbra ...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

News Letters

0
condivisioni