Pubblicità

Articles Tagged ‘depressione’

Apatia e mancanza di autostima (1471533080374)

le risposte dellespertoMario,26

 

D

 

 

Sono un ragazzo di 26 anni, e nella mia vita ho sempre dovuto affrontare situazioni difficili. Partendo dal fatto che da piccolo mi è stata diagnosticata da illustri dottori, un'eccessiva iperattività seguita da elementi di tipo bordeline, questo solo in età infantile.

Consulto per disturbo della personalità


le risposte dellespertoCOCINELLA,26

D

 

 

Buongiorno,sono una ragazza di 26 anni, scrivo perché il mio ragazzo ha 35 anni credo che soffra di un disturbo di personalità, in quanto alterna fasi di tranquillità apparente a stadi di forte depressione con minacce di suicidio, di solito si manifestano senza un reale motivo ma conmanifestazioni di rabbia nei miei confronti, dopo questa fase mi dice divoler essere lasciato in pace e ritorna magari anche nell'arco dellastessa giornata come se non fosse successo nulla una persona tranquilla
ed amorevole.

Consulto psicofarmaci urgente (1473940200860)

le risposte dellespertoAndrea, 36

 

D

 

 

Salve ho 36 anni e soffro di ansia e depressione.prendo farmaci da quando avevo 15 annni dopo la morte di mia nonna.Lo psichiatra lunedi mi ha cambiato terapia e mi ha dato una pasticca di fluoxetina la mattina e la sera una pasticca di mirtazapina 10 goccie di valium perche non dormivo la notte.

Affrontare la depressione, cambiando il modo di pensare

I ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università Norvegese della Scienza e della Tecnologia hanno recentemente pubblicato un articolo scientifico sul trattamento della depressione attraverso l’uso della terapia metacognitiva (MCT).

affrontare la depressione cambiando il modo di pensare

I ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università Norvegese della Scienza e della Tecnologia hanno recentemente pubblicato un articolo scientifico sul trattamento della depressione attraverso l’uso della terapia metacognitiva (MCT). Lo studio dimostra che l'apprendimento volto a ridurre la ruminazione è molto utile per i pazienti che presentano sintomi depressivi.

Aiuta te stesso a superare la depressione


Sentirsi meglio attraverso piccoli passi

depressioneUn americano su quattro soffre di Depressione Maggiore, a confermarlo alcune ricerche americane, condotte negli ultimi 10 anni.

Aiuto (1487069294186)

miriam,33le risposte dellesperto

 

domanda

gentili dottori/dott.sse, seguo una cura di psicoterapia dinamica, a metà percorso ho cambiato terapeuta su accordo comune, da molti anni, più o meno 8, senza grandi successi.

Mi interrogo ancora su chi sono, cosa mi ha portato a stare male; ho avuto grandi difficoltà scolastiche, pur con voti alti, nelle relazioni con gli altri, amicizie forti poi rotte, grandi discontinuità, e personali: problemi con il mio corpo, con il corpo maschile, fino ad arrivare oggi sotto antidepressivi prescrittomi da una psichiatra.

Alterazioni del sonno nella depressione post-partum

sonno e depressioneAttualmente le condizioni di vita della donna, rispetto al passato, sono notevolmente cambiante; le donne hanno diversi impegni durante la loro giornata: oltre a prendersi cura della gestione famigliare, la maggior parte di loro hanno anche un lavoro; ciò comporta che hanno meno tempo da dedicare a loro stesse ed alla loro salute.

Come conseguenza di questa condizione ne risente, spesso, proprio il sonno; viene trascurato così un importante fattore che spesso viene messo in secondo piano, ma che invece permette di garantire a pieno il benessere psicofisico.

Il sonno è necessario per mantenere stabili i ritmi biologici cardiovascolari, neuroendocrini e riproduttivi, concorre a stabilizzare il tono dell’umore, allentando le tensioni, riducendo i livelli di ansia e stress, infine, è stato inoltre dimostrato che protegge dal rischio di sviluppare sovrappeso e obesità, regolando i livelli delle sostanze deputate al controllo del senso della fame e della sazietà.

Amicizia (1457936606247)

le risposte dellespertoLuana, 26

D

 

 

Buon giorno, la contatto perché ho bisogno di una mano su una situazione successa tra me e la mia migliore amica, so che è' un servizio gratuito e quindi non pretendo molto, però sono sicura che mi darà un consiglio.

Amore che fa male (166436)

le risposte dellespertoDeborah, 19

 

D




Salve sono Deborah e ho 19 anni. Nonostante la giovane età non sono stata molto fortunata e da quasi otto anni mi è stata trovata una sorta di depressione.

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angoscia è fondamentalmente diversa dalla paura. Noi abbiamo paura sempre di questo o di quell'ente determinato, che in questo o in quel determinato riguardo ci minaccia. La paura di... è sempre anche paura per qualcosa di determinato. Nell'angoscia, (..)Non possiamo dire dinanzi a che cosa uno è spaesato, perché lo è nell'insieme. (..)L'angoscia rivela il niente. (..)Nella luminosità dello sguardo sorretto dal ricordo ancora fresco, dobbiamo dire: ciò di cui e per cui ci angosciavamo non era "propriamente" - niente.
 In effetti il niente stesso, in quanto tale, era presente (Martin Heidegger)


Angoscia in pietraCon il termine angoscia si intende uno stato di sofferenza psichica e fisica caratterizzata da sentimenti intensi di ansia e depressione, timore diffuso, vissuti di insicurezza e disgrazia imminente, accompagnati anche da una sintomatologia fisica, endocrinologica e comportamentale.

Comorbidità tra depressione e disturbo alimentare

Varie forme di depressione presentano spesso una comorbidità con disturbi mentali legati alla nutrizione come l’anoressia o la bulimia.

Depressione disturbo comportamento alimentareQuando si parla di depressione, seguendo la classificazione del DSM-5, si fa riferimento ad un’alterazione dello stato umorale caratterizzato da ipotimia e anedonia, ossia assenza di ricerca o di piacere verso una qualunque attività.

Depressione (166282)

 le risposte dellespertoMartina, 20

 

D




 È ormai diventato lungo il periodo in cui ogni giorno mi sembra uguale a tutti gli altri.

Giorni in cui non ho mai voglia di fare niente, passo intere giornate da sola sul divano di casa a guardare la TV, non ho lo stimolo a fare nulla e sarà anche che non saprei che cosa fare ne tantomeno con chi.

Depressione (23535)

Giulia 22

Gentile dottore ho tanto bisogno del suo aiuto..non mi sembra piu´di vivere! Sono cinque mesi che dormo male di notte, perdo tantissimi capelli, la mia poca stima e´ svanita nel nulla..Mi manca l´affetto di una persona, di un animale, di qualcuno che mi voglia un minimo di bene!Il mio mondo e´cosí lontano..ho solo 22 anni ma tutti mi dicono che ragiono come una di 40 e cosí mi ritrovo sempre sola, abbandonata da tutti e soprattutto sconsiderata!

Depressione e autostima (1466949040898)

le risposte dellespertoBarbara, 46

 

D

 

 

Buongiorno ho 46 anni,sono disoccupata,divorziata.Ho un figlio di 17 anni che vedo una settimana si e una no consensualmente con il padre.Ho avuto un rapporto affettivo finito dopo nove anni con una persona non italiana.

Depressione o demenza? Una SPECT aiuta a distinguerle

Secondo un articolo del “Journal of Alzheimer's Disease”, il Neuroumaging della diminuzione del flusso sanguigno in regioni specifiche del cervello consente di distinguere tra depressione e disturbi cognitivi (CD).

 

depressione o demenza

Un paziente ha la depressione, un disturbo cognitivo come l’Alzheimer o entrambi?

Dal momento che entrambi i disturbi presentano sintomi sovrapponibili, come può il medico fare una diagnosi appropriata? I ricercatori hanno scoperto che la Tomografia a emissione di fotone singolo, o SPECT, può aiutare nel distinguere tra queste categorie diagnostiche.

Depressione post tumore al seno (1455114884487)

le risposte dellespertoAngela, 37

 

D

 


Gentili Dottori,
mi chiamo Angela ed ho 37 anni, svolgo attività di dipendente, figlia unica di genitori separati e convivo col mio compagno ma non abbiamo ancora figli.

Depressione, giovani a rischio reality

La sindrome colpisce un numero sempre maggiore di giovani che inseguono il mito del reality show e vivono con rabbia le occasioni mancate.

Si sentono quindi delusi dal non poter vivere un ruolo da personaggi televisivi. “Il problema è sempre più serio. La Tv nella sua mediocrità e banalità si propone come un’incubatrice di modelli estetici e tendenze, che influenzano l’equilibrio psichico e il comportamento di adolescenti e ragazzi. Alcuni programmi sono uno spot permanente e dannoso che favorisce la diffusione di malattie come l’anoressia e la bulimia, legate ad una morbosa ossessione del corpo”, afferma Sorrentino.

Guarda anche...

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Laurea (149314519568)

Suny, 51   Vorrei parlare di mio figlio. Ha 13 anni e ha perso il padre 3 anni fa. L'anno scorso è stato operato al cuore e adesso non pu&ograv...

Colon irritabile e ansia (1492…

F., 20       Salve. Sono ormai quasi tre anni che soffro di colon irritabile. La mia vita ormai è diventata un incubo, vivo costa...

Aiuto (148935473591)

azzurra, 17               Salve, sono una ragazza di 17 anni che sta vivendo una situazione familiare pessima, dici...

Area Professionale

Il perdono nella pratica clini…

Secondo recenti ricerche il perdono e la capacità di perdonare possono essere correlati alla propria struttura di personalità, al processo di matu...

L' odio come paura dell’altro …

Gli atti di odio sono tentativi di distrarre sè stessi da sentimenti come la solitudine, l'impotenza, l'ingiustizia, l'inadeguateza e la vergogna. L'odio...

Inaugurazione Servizio Psicolo…

La Fondazione dell’Ordine degli Psicologi dell’Abruzzo – ONLUS, in seguito al sisma che ha colpito il Centro Italia nell’ Agosto 2016, h...

Le parole della Psicologia

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo ...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotte...

News Letters