Pubblicità

Articles Tagged ‘famiglia ’

La trama della famiglia. Diventare madri, padri, nonni.

la trama della famigliaLa donna che mette al mondo un figlio non è mai sola. II primo a essere coinvolto è il suo compagno: coinvolto da lei e per lei, ma anche coinvolto in prima persona.

Quando nasce un bambino, "nascono" anche una madre, un padre, dei nonni. Per lasciare spazio al neonato, sulla scacchiera della famiglia ognuno si ritrova collocato in una casella diversa, a interpretare un ruolo a cui non è preparato e nel quale talvolta deve improvvisare.

Con la sua presenza, quel bambino che sconvolge i ruoli genera scompiglio. E lo sconvolgimento dei ruoli, a sua volta, produce sul bambino degli effetti che spesso non sono riconoscibili da chi gli è più vicino.

6 buoni motivi per ascoltare musica in famiglia

Ogni tanto a casa spegnere la tv per ascoltare un po’ di musica potrebbe essere una buona idea.

n THINKSTOCKPHOTOS181773989 large570Ascoltare musica fa bene a tutta la famiglia, non solo ai bambini: anche per gli adolescenti è la risposta a molte situazioni a rischio.

Studi clinici hanno dimostrato che ascoltare musica fin da piccoli è un efficace strumento di crescita, in quanto favorisce l’attivazione motoria ed intellettiva. Ed è utile anche dal punto di vista dello sviluppo emotivo: favorisce il coinvolgimento, la partecipazione, la socializzazione.

Ansia (1455275666285)

le risposte dellespertoAldo, 50

 

D

 


Salve vorrei un consiglio. Io sono sofferente di attacchi di ansia con agorofobia, tachicardia, extrasistole.

Bambini e competenze socio-emotive

La ricerca ha dimostrato che le competenze socio-emotive sono cruciali per il successo dei bambini, sia da un punto di vista sociale che accademico.

competenze socio emotive bambiniIn una famosa serie di studi, Walter Mischele collaboratori hanno sottoposto un quesito a bambini di età scolare e pre-scolare.

Come affrontare i genitori (14841274193)

Valeria, 21le risposte dellesperto

 

 

 

 

domanda

 

Salve, sono una ragazza di 21 anni. Io ed il mio ragazzo, con il quale ho una relazione seria ed ufficiale da più di 4 anni, abbiamo intenzione di sposarci quest'anno, perché abbiamo capito di essere fatti l'uno per l'altra e non vogliamo più sprecare tempo. Lui ha un lavoro stabile, io invece sto studiando all'università. Il problema è comunicarlo ai miei genitori, i quali sono molto autoritari, specialmente mio padre.

Vogliono a tutti i costi che io intraprenda una strada decisa da loro, e cioè realizzarmi principalmente in ambito lavorativo, dopodiché, a 30 anni minimo, che secondo loro sarebbe l'età giusta per sposarsi, pensare a realizzarmi in ambito sentimentale. Nonostante la mia giovane età, io sono fermamente convinta del grande passo che voglio affrontare.

Sono matura e responsabile al punto giusto, so badare a me stessa, e non avrei assolutamente problemi a lasciare casa mia, d'altronde è un mio sogno da quando avevo 15 anni, dato che i rapporti con i miei genitori non sono mai stati rose e fiori. Ognuno di noi è diverso, e non credo che un figlio debba necessariamente pensarla come i genitori. Di fatto, le nostre opinioni, mie e dei miei genitori, si discostano molto su vari fronti, per questo loro mi giudicano strana, e si comportano con me di conseguenza.

Denisa (1494242983381)

Dedesign, 25le risposte dellesperto

 

 

 

 

domanda

 

 

Buongiorno. Avrei bisogno di un suo consiglio . Mi chiamo denisa e da un anno e mezzo ho rapporto con un uomo sposato.

Da un anno e andato via da casa e da 6 mesi conviviamo . Lui ha un figlio di quasi 13 anni a cui è attaccassimo . Voglio dire che oltre che lo chiama 2-3 volte al giorno , quando sta con lui lo chiama amore lo abbraccia e bacia sempre e il figlio la stessa cosa . Gli sta sempre addosso come fosse un bambino di 5 anni. A me sembra assurdo che se siamo al centro commerciale lo tiene per la mano o abbracciato e ogni tanto gli da qualche bacio. Che quando dorme da noi io devo dormire sul divano e loro in letto matrimoniale.

Disturbi dello spettro autistico e ossitocina

La capacità di concentrarsi e rispondere ai segnali sociali è direttamente collegata all’abilità dell’ossitocina nel promuovere i legami sociali nonché con i propri genitori.

Disturbi Spettro autistico ossitocinaQuando si parla di autismo si fa riferimento ad un insieme di disturbi del neurosviluppo con esordio precoce, che vengono circoscritti all’interno della definizione “Disturbi dello Spettro Autistico”.

Famiglia (1496776239383)

le risposte dell'esperto

Anna, 31

domanda

 

 

Salve,

mi chiamo Anna, ho 31 anni, sono sposata e mamma di due bambini.

Il mio problema è la fiducia nel partner.. sto insieme a mio marito da 11 anni, ha un lavoro particolare, è tattuatore e sono sempre stata gelosa di questo soprattutto quando c'erano donne che erano gatte morte e lui gli piaceva anche se stava al suo posto..

Family home visiting

family home visitingIl Family Home Visiting è un intervento domiciliare sulla famiglia che, sulla base delle evidenze empiriche internazionali, si sta diffondendo anche in Italia, con l’obiettivo di sostenere e promuovere la sicurezza dell’attaccamento precoce tra i genitori e il loro bambino.

Il presente volume si propone come una versatile guida applicativa che illustra i presupposti teorici dell’intervento tramite la descrizione di moduli e di obiettivi sequenziali alle diverse fasi di sviluppo del bambino con il supporto di esemplificazioni cliniche utili anche ai fini della formazione.

I misteri dell'anima

Una storia sociale e culturale della psicoanalisi

MISTERI ANIMALa psicoanalisi ha modificato in maniera permanente il modo in cui in tutto il mondo gli uomini e le donne interpretano se stessi e gli altri. Eppure, nonostante gli innumerevoli studi, a tutt’oggi manca una sua storicizzazione.

Identità di genere (1456762935588)

le risposte dellesperto

Tea, 30

 

D

 

 

Cari signori psicologi,

vi scrivo perché vorrei raccontarvi la mia vicenda personale.Da tempo mi sento scoraggiata ed amareggiata, ho problemi di salute, mi sento depressa, ansiosa e soffro di attacchi di panico.

Il dolore di Freud

Psicoanalista e uomo

Il dolore di Freud psicoanalista e uomoIl viaggio di un uomo e di un grande scienziato: il dottor Sigmund Freud, padre della psicoanalisi. Per comprendere a fondo il contesto storico e sociale in cui è cresciuto Freud, non si può che partire dalla sua famiglia di origine, dal padre Jacob e dalla madre Malka.

Il Narcisismo materno

Secondo la recente letteratura il narcisismo materno presenterebbe sei facce diverse che possono essere indentificate nell’estroversione eccessiva, orientamento alla realizzazione, componenti psicosomatiche, dinamiche di dipendenza, significati segreti e rifornimento emotivo costante.

Narcisismo maternoLa parola “narcisismo” sta diventando sempre più un termine di uso domestico e solitamente è usato per denigrare l’altro o gli altri, al fine di descriverlo come una persona altezzosa e arrogante.

L'intervento psicoeducativo nei disturbi dello sviluppo

lintervento psicoeducativo nei disturbi dello sviluppoIl volume offre un metodo di intervento efficace e scientificamente fondato per tutte quelle situazioni che vedono protagonisti non solo il bambino con le sue problematiche, ma anche la famiglia e le altre figure con ruolo educativo (insegnanti, educatori professionali ecc.).

Il testo è perciò diviso in due grandi ambiti: i primi tre capitoli intendono approfondire i contesti culturale (utilizzo dell’ICF) e scientifico (modelli di psicologia dello sviluppo, metodo di lavoro condotto su caso singolo) all'interno dei quali individuare le coordinate utili alla definizione del progetto psicoeducativo; la seconda parte è dedicata ai disturbi (spettro dell’autismo, disturbi del comportamento, disabilità intellettiva, disturbi di apprendimento), affrontati secondo uno schema comune: definizione in ambito clinico del problema, modelli psicologici interpretativi del disturbo, interventi che hanno ricevuto delle evidenze rispetto la loro efficacia, variabili da prendere in considerazione nello studio con soggetto singolo, con particolare attenzione alla collaborazione tra famiglia e mondo della scuola.

Lo scopo è proporre un approccio coerente tra valutazioni cliniche e intervento nei diversi contesti di vita.

La famiglia adolescente

la famiglia adolescente«Noi volevamo costruire una famiglia diversa da quella che avevamo avuto. Volevamo colmare ogni distanza, liberare i nostri figli da ogni autoritarismo, diventare un sol corpo con loro. Ci siamo illusi di avvicinarli. E, invece, eravamo arrivati solo allo strato più esterno ed estrinseco.
L’abbiamo trasformata alla radice. Ma che famiglia abbiamo costruito?»

La nascita della psicoterapia familiare

La nascita della psicoterapia familiareGrazie al Family Study Project, avviato nel 1954 presso il NIMH, National Institute of Mental Health di Bethesda, nel Maryland, Bowen identificò alcuni modelli di relazione familiare che si sarebbero poi rivelati imprescindibili.

La pecora nera della famiglia (145779431212)

le risposte dellespertoAlice, 31

 

D

 

 

Salve ho 31 anni e credo che mi stia ammalando di depressione, a causa della violenza psicologica che i miei mi fanno ormai da anni. Tutto è iniziato 10 anni fa, quando ho deciso di mettermi insieme ad un ragazzo che per loro non andava bene (premetto che non è un delinquente). Comunque in tutti questi anni ho vissuto due vite separate, una con il mio ragazzo e una con la mia famiglia.

La terapia familiare multigenerazionale

Strumenti e risorse del terapeuta

La terapia familiareIl modello di terapia proposto si fonda su un’integrazione originale tra teorie sistemiche e processo di sviluppo multigenerazionale della famiglia. Il problema individuale per cui viene richiesto un intervento terapeutico si trasforma in una porta di accesso al mondo familiare.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Stress e psoriasi (14975571212…

Tamby, 41                 Ho mia figlia di 10 anni che da 3 e mezzo soffre di psoriasi, lei è una bambina all...

Problemi con la mia ragazza e …

Sabrina, 16                   Salve, sono una ragazza di 16 anni, impegnata da quasi un anno e mezzo i...

Signor (1497211992990)

bruno, 76             Ogni giorno mi sento depresso e sempre triste nella mia vita ho pero tutti mia madre e mia nonna gl...

Area Professionale

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Workshop: I Pericoli di Facebo…

Il giorno 24 maggio 2017, presso la sede di Pescara dell’Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo, si è svolto il primo dei due incontri dedicati alla Web R...

La psicosi: tra Jung, Freud e …

La psicosi è, in gran parte, il risultato di una diade soggetto-oggetto che è presenta nella mente dell’individuo psicotico. Questo signific...

Le parole della Psicologia

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La p...

Innamoramento

Nell'uomo, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra ...

News Letters