Pubblicità

Articles Tagged ‘allucinazioni’

Allucinazioni associate ad iperattività cerebrale

Una nuova ricerca dell' Università del Queensland ha mostrato per la prima volta cOME le allucinazioni visive in persone con degenerazione della macula corneale, sIAno associate ad un' attività accresciuta in modo anomalo nella corteccia cerebrale visiva.

allucinazioni

La degenerazione maculare (MD) è un disturbo della retina oculare che causa deterioramento progressivo della regione centrale della retina, guidando una perdita visiva nel centro del campo visivo, mentre una visione periferica rimane usualmente normale.

Allucinazioni ed attitudini musicali: effetti sul cervello

una nuova ricerca indaga come la struttura cerebrale sia collegata alle allucinazioni ed alle attitudini musicali degli individui

allucinazioniUna nuova ricerca pubblicata sullo Schizophrenia Research condotta presso l'Università di Liverpool collega la struttura del cerebrale alle probabilità degli individui di sperimentare allucinazioni ed alle loro attitudini musicali.

Allucinazioni? Possono essere causate da una piega nel cervello

Anche se non avete mai avuto un'allucinazione - cioè un evento sensoriale che è vissuto come reale, pur non avendo una causa materiale - è facile immaginare come possono essere spaventose.

allucinazioniImmaginate di sentire una voce che urla: "Tu non sei bravo in questo e fallirai ogni esame" senza sapere da dove proviene. Oppure immaginate di vedere improvvisamente un serpente velenoso che striscia verso di voi.

Insonnia e Film Mentali (166392)

le risposte dellespertoFabio 29

 

D

 


Salve mi chiamo Fabio ho 29 anni e ho un'enorme preoccupazione per mia madre di 56 anni che sta soffrendo per un'intossicazione da farmaci...

La Paralisi del sonno: uno stato di coscienza terrificante, ma unico.

Avete mai provato l'angosciante sensazione di rimanere "paralizzati" nel sonno? I risultati di vari studi provenienti dal mondo anglosassone hanno individuato i potenziali fattori di rischio di quella che in termini tecnici viene definita "Paralisi del sonno".paralisi del sonno

“Sono sveglio nel letto… nell’angolo della stanza ci sono due uomini. Non li posso vedere, ma so che ci sono e come sono fatti. Li posso sentire parlare. Stanno parlando della morte. Non mi posso muovere. Uno degli uomini si avvicina e si mette direttamente su di me… Sputa ed il suo sputo finisce sull’orbita del mio occhio chiuso. Posso sentire l’impatto, il bagnato, la scia di bava.”

La psicosi: tra Jung, Freud e le relazioni oggettuali

La psicosi è, in gran parte, il risultato di una diade soggetto-oggetto che è presenta nella mente dell’individuo psicotico. Questo significa che la mente della persona psicotica contiene sia il “Sé” che “l’altro”.

psicosi Freud jung relazioni oggettualiCon il termine psicosi si vuole designare una condizione patologica di sovvertimento della struttura psichica nei rapporti tra rappresentazione ed esistenza.

La scienza delle allucinazioni

L'impressione di aver visto, o udito, qualcosa che in realtà non esiste potrebbe dipendere dalla tendenza del cervello a colmare i "buchi" percettivi con i dati dell'esperienza pregressa.

allucinazioni

Un guizzo di luce in corridoio trasformato nell'ombra di un gatto, o nella sagoma sinistra di un ladro: all'origine delle allucinazioni potrebbe esserci la naturale tendenza del cervello a interpretare la realtà attraverso conoscenze preacquisite, e colmare i vuoti di senso con previsioni su quanto accadrà.

La sindrome di Alice nel Paese delle Meraviglie

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti.

alice nel paese La sindrome di Alice nel Paese delle Meraviglie, comunemente nota anche come Sindrome di Tood o allucinazioni lillipuziane, indica un disturbo neurologico disorientante che colpisce la percezione visiva.

Tale Sindrome si caratterizza primariamente da distorsioni percettive che alterano le informazioni sensoriali rispetto a se stessi e al mondo esterno.

Il disturbo può essere temporaneo se associato ad emicrania, crisi epilettiche, tumori cerebrali o dall'utilizzo di sostanze stupefacenti e abuso di cocaina.

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato.

Schizofasia Questo disturbo linguistico è riscontrabile nelle forme di stereotipia e di catatonia, dove la ripetizione reiterata di espressioni non contestualizzate è interpretata come un rituale di difesa contro impulsi e allucinazioni che non si saprebbe controllare in altro modo.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters