Pubblicità

Articles Tagged ‘ansia’

Ansia e derealizzazione (1511623114984)

ansiaLukasV, 25

domanda

 

 

Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio figlio e la mia ex-compagna mi sta facendo penare.

Ansia e panico (146150984124)

le risposte dellespertoRosa, 24

 

D

 

 

È un anno che non esco x ansia e attacchi di panico dovuti a vari traumi...è un mese che ho partorito e va tutto peggio.ogni persona mi mette panico anche la mia famiglia e il mio compagno, sto sempre a letto e anche quando sono sola ho panico comunque...sono 24h su 24 con ansia e ogni minuto della mia giornata è pensare lei.

Ansia perenne (1462049346314)

le risposte dellespertoNina, 24

 

D

 

 

Salve, sono una ragazza di 24 anni.

Da circa due  mesi,in seguito ad uno svenimento, ho una forte ansia che non mi fa  vivere bene.

Consulto psicofarmaci urgente (1473940200860)

le risposte dellespertoAndrea, 36

 

D

 

 

Salve ho 36 anni e soffro di ansia e depressione.prendo farmaci da quando avevo 15 annni dopo la morte di mia nonna.Lo psichiatra lunedi mi ha cambiato terapia e mi ha dato una pasticca di fluoxetina la mattina e la sera una pasticca di mirtazapina 10 goccie di valium perche non dormivo la notte.

Depressione (1498053789835)

le risposte dellesperto

Ciao, 36

 

domanda

 

 

Salve,

sono una 36 enne che per amore si è dovuta trasferire 700 km distante dala sua terra d origine. Sono in un piccolo paese di 600 anime.. paese di montagna. Non nego che non mi trovo bene.

Non ho voglia di fare niente (1473808341502)

le risposte dellespertoVera, 22

 

D

 

 

Salve,
vi descrivo la mia situazione: da un pò di tempo non ho più voglia di fare niente, la mattina mi sveglio molto tardi e appena scesa dal letto vado a pranzare, dopo pranzo mi metto sul divano ma spesso non mi va nemmeno di seguire la tv e quindi mi riduco ad utilizzare passivamente il cellulare.

Ossessione, disinnamoramento ansia paura o cosa? (1462027429821)

le risposte dellespertoBabilon, 26

 

D

 

 

Salve sono un ragazzo di 26 anni. Questa estate ho conosciuto una ragazza straniera e ci siamo innamorati. Premetto in passato ho sofferto di depressione e attacchi di panico a causa di una relazione con un'altra ragazza per cui per 3 anni ho avuto serie difficoltà nell'immettermi nella società odierna, in quanto la precedente relazione mi aveva isolato in una maniera esagerata.

Problemi genitori figli (1465824069755)

le risposte dellesperto Arianna222, 14

D

In questo momento mi sento male. Non penso di avere una vita normale,sto a casa sempre,non esco quasi mai. Perché? Io vorrei  davvero uscire,prendere un po d'aria ma no,i miei genitori non vogliono  che esca da sola con le amiche. Pochissime volte mi lasciano andare ai  compleanni. Mi sento troppo rinchiusa.

Terrorizzato (1454161388809)

le risposte dellespertoAndrea, 26

 

D


Mi chiamo Andrea, ho 26 anni e abito vicino Sanremo.
La mia storia inizia il terzo anno di scuole medie, frequentate a Carcare in provincia di Savona perchè io vengo da li.

A tu per tu col minotauro

A tu per tu col 563a6070b72d0I disturbi d’ansia e gli attacchi di panico emergono sempre più come temi caratterizzanti il nostro tempo. Il testo approfondisce la nascita, l’evoluzione e il trattamento di tali disagi da un vertice psicoanalitico, senza trascurare gli elementi biologici e sociali che ne favoriscono l’espressione.

Accettare l'incertezza a piccole dosi

Consigli utili per chiunque lotti contro l'incertezza

incertezzaMolti di noi, anche se non lottiamo con un disturbo d'ansia, vediamo l'incertezza come intimidatoria. Dopotutto, l'incertezza è ambigua e scaturisce da situazioni imprevedibili, risultati indesiderati, cattive notizie e grossi errori. Quindi è normale che vorremmo evitare l'incertezza.

Anancasmo

anancasmoCon i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell'incapacità di evitare di compiere determinate azioni o di pensare determinati contenuti.

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angoscia è fondamentalmente diversa dalla paura. Noi abbiamo paura sempre di questo o di quell'ente determinato, che in questo o in quel determinato riguardo ci minaccia. La paura di... è sempre anche paura per qualcosa di determinato. Nell'angoscia, (..)Non possiamo dire dinanzi a che cosa uno è spaesato, perché lo è nell'insieme. (..)L'angoscia rivela il niente. (..)Nella luminosità dello sguardo sorretto dal ricordo ancora fresco, dobbiamo dire: ciò di cui e per cui ci angosciavamo non era "propriamente" - niente.
 In effetti il niente stesso, in quanto tale, era presente (Martin Heidegger)


Angoscia in pietraCon il termine angoscia si intende uno stato di sofferenza psichica e fisica caratterizzata da sentimenti intensi di ansia e depressione, timore diffuso, vissuti di insicurezza e disgrazia imminente, accompagnati anche da una sintomatologia fisica, endocrinologica e comportamentale.

Anoressia-ansia (015999)

Sara, 24 anni

Buongiorno, vorrei raccontare la mia storia per poter aver qualche consiglio riguardante la situazione che sto vivendo. E' quasi da un anno che sono uscita dal tunnel della bulimia-anoressia,dopo lunghi 9 anni...ora che,incomincio a capire il vero valore della vita ed ora che mi rendo conto di essermi distrutta con le mie stesse mani,la paura che ho di affrontare la realtà,di vivere le rabbie ed i dispiaceri senza utilizzare l'unica valvola di fogo,il vomito..mi spaventa e mi rende statica.

E' da qualche mese che soffro d'ansia,ora che sono al massimo della vita,ho il terrore di morire,cosa che non accadeva quando stavo male realmente,perchè non mi rendevo conto della situazione.ho paura di uscire,talvolta mi rinchiudo in casa tutto il giorno,con un nodo in gola che sembra qualcuno mi stia per soffocare...poi però mi lamento anche di questo..di esser sempre a casa..ho abbandonato lo sport,cosa per me di vitale importanza,per timore che mi possa accader qualcosa.

Tutto questo comporta che non mi vedo proprio,ho ancora qualche strascico di anoressia che non accetta quei kg di troppo che ho messo su causa l'inattività.insomma è tutto una catena. Ho ancora l'aiuto della mia dottoressa, ma vorrei qualche consiglio al di fuori del suo,per vedere cosa posso fare per uscire al più breve da questa situazione che non mi fa vivere come vorrei e non mi fa sentir bene con me stessa.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Cara Sara, probabilemente la guarigione non è avvenuta completamente. capita spesso che dei sintomi si allontanino ma per lasciare spazio ad altri. E' come se lei inconsciamente non volesse guarire, come se ci fossero ancora delle zone d'ombra da chiarire, e cos' i sintomi non le permettono di prendere in mano la sua via. Quello che deve fare è affidarsi ma soprattutto fidarsi della dottoressa che la segue. parli con lei delle sue paure e con il tempo, un valido aiuto e tanta volontà riprenderà a gestire la sua vita. Cordialmente

 

( risponde la dott.ssa Anna Maria Casale )

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

 

Ansia (1455275666285)

le risposte dellespertoAldo, 50

 

D

 


Salve vorrei un consiglio. Io sono sofferente di attacchi di ansia con agorofobia, tachicardia, extrasistole.

Ansia e altri problemi (163145)

Vittoria, 23

Gentile Dottoressa,
non so bene come descrivere il mio problema quindi parto con una premessa e proseguirò in seguito con una sorta di elencazione dei sintomi. Innanzitutto devo dire che sono sempre stata una ragazza piuttosto riservata e chiusa, poco propensa al dialogo con gli altri, ho avuto un'infanzia solitaria caratterizzata da burle e prese in giro da parte dei coetanei e soltanto verso la tarda adolescenza ho cominciato a sviluppare qualche rapporto di tipo anche solo amicale con altre persone.

La mia famiglia è del tutto normale, a parte mia madre che forse potrebbe essere definita come troppo ossessiva verso di me che sono figlia unica.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito confuso (1521708111477)

luisa, 48     Buongiorno, chiedo parere per mio marito 44 anni. Siamo sposati da 10 anni con bimbo di 9. Mi ha lasciata per una pausa di riflessi...

Che fare? (1520934157214)

Roberta, 26     Buongiorno, sto insieme al mio ragazzo da 5 anni e dopo alcuni alti e bassi, circa 6 mesi fa abbiamo deciso di provare a vivere i...

Amore non corrisposto (152165…

very, 19     Salve, le scrivo perchè non riesco a liberarmi di una persona... ...

Area Professionale

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

La misura del cambiamento in p…

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle r...

Le parole della Psicologia

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa ...

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

News Letters