Pubblicità

Articles Tagged ‘autolesionismo’

#Ana,#Sue,#Cut: gli hashtag dell'autolesionismo

In rete sono presenti hashtag come #Ana, #Sue, #Cut, le cui traduzioni significano anoressia, suicidio e autolesionismo. Dalla ricerca di questi hashtag, gli utenti del mondo online sono esposti ad una serie di messaggi provenienti da persone che presentano malattie mentali o problematiche particolari.

#Ana #Sue #Cut: gli hashtag dell'autolesionismo“I giovani che sono già fragili e forse hanno già esperienza di autolesionismo potrebbero essere massicciamente stimolati da questo tipo di cose e incoraggiati a nuocersi nuovamente. Quando l'autolesionismo viene glorificato, come in questo caso, e quindi valutato positivamente, il rischio è particolarmente elevato”. F. Köhnlein

L'era di Internet ha rivoluzionato enormemente il nostro modo di vivere, generando una divisione tra due universi, quello online e quello offline.

Con l'avvento delle nuove tecnologie, l'universo online si è popolato dei diversi social media, tra cui Twitter, Instagram, Facebook, TikTok e Tumblr.

Abusi sessuali (1496537428567)

Sole, 22le risposte dellesperto

domanda

 

 

Salve,

sono una ragazza di 22 anni e sto vivendo dei momenti difficili e per farvi capire devo spiegarvi delle cose...

Fin da quando ero piccolina ho subito abusi sessuali fino all età dei miei 18 anni...

Autolesionismo e disagio psichico

La maggior parte delle persone che si mutilano adottano tale atteggiamento come una modalità per regolare il proprio umore; avvertono una profonda motivazione legata al bisogno di distrarsi da un turbamento interiore, o allo scopo di alleviare l’ansia per la propria incapacità ad esprimere emozioni intense.

autolesionismo disagiopsichicoQuando ci si chiede perchè le persone possono ricorrere all'autolesionismo, i motivi possono essere diversi tra loro; sicuramente il tagliarsi, procurarsi bruciature o altro, è una modalità difensiva che il soggetto utilizza per sfuggire ai propri sentimenti, far fronte a fattori di vita stressanti, esprimere il dolore, punire se stessi o anche per sentirsi euforico.

Autolesionismo: il dolore come punizione per sentirsi 'vivi'

L’autolesionismo come modalità per regolare il proprio umore, distrarsi da un turbamento interiore, placare il proprio dolore psichico.

Autolesionismo il dolore come punizione per sentirsi viviCon li termine autolesionismo si fa riferimento ad un’inflizione intenzionale volta a danneggiare il proprio corpo attraverso attività come il tagliarsi, bruciarsi e altre forme di lesioni.

Spesso questo atteggiamento appare correlato all’ideazione e intenzione suicidaria, anche se ancora la letteratura  non ha reso chiaro l’eventuale relazione esistente tra questi due comportamenti.

Autolesionista (1457218968513)

le risposte dellespertoErika, 14

 

D

 


Vorrei chiedere di poter parlare con uno psicologo, da più di un anno sono autolesionista e molte volte sono andata vicino alla morte.

Comportamento suicida e autolesionismo nel disturbo del comportamento alimentare

L’autolesionismo occorre nelle pazienti affette da disturbo del comportamento alimentare mostrando un incremento statisticamente significativo del rischio di attuare un comportamento suicida; in aggiunta a questo, le relazioni familiari problematiche rappresentano un importante fattore di rischio predisponente al comportamento suicida in questa popolazione di pazienti.

anoressia nervosa, autolesionismo e suicidioLa comorbidità psicopatologica, come l’autolesionismo e il comportamento suicida, sono spesso riscontrati in pazienti con disturbi alimentari.

Disturbo Esplosivo Intermittente (IED)

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione

Disturbo Esplosivo Intermittente IEDL’IED (Intermittent Explosive Disorder) è attualmente classificato nel DSM-5 sotto la categoria "Disturbi dirompenti del Controllo degli Impulsi e della Condotta".

Il potere delle immagini nelle pratiche di autolesionismo

Il presente studio ha cercato di esplorare l'influenza di Internet sui comportamenti autolesionisti tra i giovani, soffermandosi maggiormente su quelle piattaforme che prediligono l'uso di immagini.

Il potere delle immagini nelle pratiche di autolesionismoL'autolesionismo è una delle principali preoccupazioni per la salute pubblica in relazione ai giovani.

Può essere definito come un atto non fatale in cui un individuo si impegna in un comportamento o ingerisce una sostanza con l'inteenzione di causare danni a sé stesso.

La letteratura ha identificato numerosi fattori di rischio associati all'autolesionismo nei giovani, con una ricerca sempre più attenta al ruolo svolto dagli spazi online.

L’abuso infantile è collegato all’autolesionismo in adolescenza

Secondo un nuovo studio, condotto presso l’Università di Toronto, gli adolescenti che sono stati abusati sessualmente o fisicamente durante l’infanzia presentano maggiori probabilità di compiere atti autolesionistici rispetto ai loro coetanei che non sono stati vittime di abusi.

abuso e autolesionismo
Philip Baiden, uno dei principali ricercatori di questo studio, ha affermato: “Abbiamo scoperto che circa un terzo degli adolescenti affetti da diverse problematiche legate alla salute mentale in Ontario, ha compiuto azioni autolesionistiche non suicide”.

Meglio affrontare il trauma o meglio non parlarne?

Una nuova ricerca ha cambiato il paradigma di trattamento per le vittime di traumi.

Trauma PTSD

Si stima che il 50-70% degli adulti negli Stati Uniti abbiano avuto esperienze di eventi traumatici nella loro vita. Approssimativamente il 15% di loro svilupperà un disturbo post-traumatico da stress (PTSD), il quale potrà diventare un disturbo invalidante e pericoloso.

Non percepire le emozioni sul proprio corpo spesso porta all'autolesionismo.

Alla base dell'autolesionismo, così come afferma un recente studio condotto dalla Swansea University, potrebbe esserci una scarsa capacità di percepire e decifrare i segnali fisici delle proprie emozioni.

Non percepire le emozioni sul proprio corpo spesso porta allautolesionismo

Alcuni individui possono avere difficoltà nel comprendere gli indicatori fisici delle emozioni all'interno del proprio corpo e, di conseguenza, avere maggiori difficoltà nell'essere consapevoli delle emozioni che stanno vivendo. La capacità di leggere correttamente gli imput fisici delle emozioni è nota come interocezione o capacità interocettiva.

Problemi con la mia ragazza e con la gente in generale (1497643935797)

le risposte dell'espertoSabrina, 16

domanda

 

 

Salve,

sono una ragazza di 16 anni, impegnata da quasi un anno e mezzo in una relazione totalizzante con una ragazza della mia stessa età e - devo ammettere - per la maggior parte del tempo, felice.

"Per la maggior parte del tempo" perché, specialmente nell'ultimo periodo, accuso dei periodi di profondo malessere e tristezza, derivanti dai rapporti che intercorrono tra me e la mia ragazza e, soprattutto, tra lei e le altre persone in generale.

Regolare le emozioni adolescenziali attraverso l'autolesionismo

Spesso gli adolescenti, quando non sono in grado di avere un concreto controllo adattativo sulle proprie emozioni, utilizzano l'autolesionismo con una funzione compensativa.

emozioni adolescenziali e autolesionismoIl termine autolesionismo si riferisce ad una serie di comportamenti deliberatamente autolesivi, con o senza intenti suicidi, e comprendono comunemente alcuni fattori quali tagli, graffi, colpi, o bruciatura della pelle.

Anche se questi comportamenti non sono in gran parte fatali, gli individui che si impegnano nell’autolesionismo richiedono una maggiore attenzione medica e sono anche a maggior rischio di suicidio.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vien...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

News Letters