Pubblicità

Articles Tagged ‘cancro ’

Col SENnO di poi

Col senno di poiChe cosa accade nella vita di una persona quando scopre di essere malata? E se questa persona è anche medico come vive la diagnosi e l'iter terapeutico? Come è di conseguenza, il rapporto psicologico medico-paziente quando il paziente è, a sua volta, un medico?

Col SENnO di poi (Edizioni Psiconline, 2017) di Patrizia Morelli analizza lucidamente e con molta sincerità e serenità questi temi.

L'autrice, paziente oncologica e medico al tempo stesso, racconta nel libro il suo personale percorso dalla scoperta della malattia, avvenuta casualmente sotto la doccia, alla conferma della diagnosi, alle cure a cui si è sottoposta e finalmente alla guarigione.

Cancro ed emozioni negative

In un recente studio condotto da ricercatori canadesi è emerso che lo squilibrio emotivo che accompagna una diagnosi di cancro potrebbe rivelarsi positivo per i pazienti.

Cancro ed emozioni negative

Secondo i ricercatori della Concordia University e dell'Università di Toronto, l’ansia, il senso di colpa e il dolore spesso vengono di pari passo con una diagnosi e con un trattamento per il cancro.

Dopo. Cosa succede, cosa cambia dopo un tumore al seno

Patrizia Morelli, medico, ha vissuto direttamente sulla propria pelle la terribile esperienza di un tumore al seno e ha voluto parlarne, raccontandola, in un suo libro pubblicato da edizioni Psiconline. In questo articolo ci spiega perché ha voluto farlo.

tumore al seno col senno di poiCol SENnO di poi racconta  quel momento di vita composto da un impasto non ben amalgamato di dolore, rabbia, ansia; ma anche di affetto, gioia, allegria,conoscenza di tasselli  di sé prima ignoti: LA malattia.

Un vissuto dapprima contenuto in un diario e poi…

Di diari legati a un momento di malattia, custoditi in un cassetto, ve ne sono tanti; molto e molti più di quanto pensiamo.

I malati oncologici lottano, raccontano, insegnano. Sono eroi

La malattia oncologica e la sua cura si dispiegano in un tempo relativamente lungo per assistere a delle fasi in cui possiamo osservare tanti cambiamenti... 

la malattia oncologicaSono un po' rattristata ed anche, lo ammetto, un po' irritata.

Per un buon periodo di 8 anni ho visitato 'persone' con patologie e sofferenze oncologiche, 5 giorni su 7. Ne vedevo almeno 7 al giorno. Continuo ancora oggi ad ascoltarne altri.

Il Gioco e la Cura

come viene percepito il gioco da parte di bambini affetti da tumore, nel processo curativo?

il gioco e la curaE’ stato sviluppato uno studio descrittivo, esplorativo e qualitativo condotto in unità di cancro per bambini a Natal, Rio Grande do Norte, Brasile.

I dati sono stati raccolti tra ottobre 2013 e gennaio 2014 per mezzo di documentazione fotografica ed interviste semi-strutturate con otto bimbi, e l'analisi dei contenuti, con particolare attenzione su due categorie: strumenti ausiliari durante il gioco; e l'influenza del gioco nel processo di cura.

Il modello Kübler-Ross: le cinque fasi del dolore

Nel 1969,Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modelloin cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, contrattazione, depressione, accettazione (Denial, Anger, Bargaining, Depression, Acceptance, DABDA).

Il modello Kübler-Ross: le cinque fasi del doloreNel corso della vita, sperimentiamo molte situazioni arrecanti dolore; questo può essere causato da esperienze significative, relazioni o persino abuso di sostanze.

I bambini possono soffrire il divorzio, una moglie può essere addolorata dalla morte del marito, un adolescente potrebbe soffrire per la fine di una relazione, o si potrebbe ricevere una diagnosi medica di malattia terminale che predispone al lutto per l'attesa della propria morte.

Il ruolo della psicologia nell'ambito delle neoplasie

La psicologia applicata al contesto sanitario, e più nello specifico al campo dell'oncologia, ha svolto e continuerà a svolgere, un ruolo fondamentale nella prevenzione e trattamento del cancro.

psicologia e cancroIn un numero speciale della rivista American Psychologist, dal titolo "Il cancro e la Psicologia", i ricercatori hanno effettuato una revisione dei diversi contributi delle scienze psicologiche per la ricerca, lo screening, l'aderenza medica o meglio definita compliance, la prevenzione e qualità della vita dei soggetti con un vissuto di cancro o neoplasia.

La review si è posta l'obiettivo di mettere in evidenza le scoperte e le realizzazioni che hanno portato la psicologia a essere considerata come un aspetto fondamentale dell'intervento applicato al paziente oncologico.

L'intervento psicologico in oncologia

Qualunque sia la diagnosi, la prognosi, la risposta alle terapie, non esistono tumori di scarsa rilevanza. Il cancro infatti rappresenta sempre, per il paziente e per la sua famiglia ma anche per i terapeuti, una prova esistenziale sconvolgente.

intervento psicologico in oncologiaQuesta prova riguarda tutti gli aspetti della vita: il rapporto con il proprio corpo, il significato dato alla sofferenza, alla malattia, alla morte, così come le relazioni famigliari, sociali, professionali.

La meditazione durante la biopsia allevia dolore,ansia e fatica

Un nuovo studio ha dimostrato che la meditazione è in grado di alleviare il dolore, l'ansia e la fatica durante la biopsia del cancro al seno.

meditazioneSecondo i ricercatori del Duke Cancer Institute, la meditazione è in grado alleviare l'ansia, l'affaticamento ed il dolore delle donne sottoposte alla biopsia del cancro al seno.

La musicoterapia nel contesto oncologico

Gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

newsmusica e oncologiaUna revisione pubblicata dalla Cochrane Library ha rilevato l'esistenza di prove significative che gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

Psiche e Cancro: il contributo dell'Analisi Bioenergetica

Le attuali ricerche in ambito psicobiologico affermano l’esistenza di una relazione significativa tra psiche e cancro, tra eventi stressanti, caratteristiche di personalità e neoplasie.

Psiche e Cancro il contributo dellAnalisi BioenergeticaIn particolare, affermazioni tratte da indagini retrospettive, tendenti ad investigare sulla storia anamnestica di persone affette da tali patologie, sono state confermate da ricerche longitudinali-prospettive, in cui un campione di persone sane è stato seguito nel corso degli anni allo scopo di valutare le differenze a livello di personalità e di life-events fra soggetti che avrebbero sviluppato neolasie e soggetti che non avrebbero sviluppato questa patologia.

Supporto psicologico e psicoterapeutico ai malati di cancro

Si evidenzia con sempre maggiore chiarezza quale possa essere oggi il concreto beneficio di un supporto psicologico e psicoterapeutico nella gestione del paziente oncologico.

Supporto psicologico e psicoterapeutico ai malati di cancroIl cancro, come patologia cronica, può determinare diversi cambiamenti nello stile di vita di una persona, tale da andare ad ripercuotersi su tutto il contesto fisico, sociale e psicologico di chi si "scontra" con l'evento-malattia; le persone che vivono con il cancro hanno infatti un rischio maggiore di sviluppare vari problemi psicologici.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Prosopoagnosia

La prosopoagnosia (o prosopagnosia) è un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce il riconoscimento dei volti delle persone (anche dei fami...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

News Letters