Pubblicità

Articles Tagged ‘doc’

DOC estremo (165817)

le risposte dellespertoAndrea, 28




D


Salve, soffro di un DOC aggravato che mi blocca in ogni azione e pensiero che faccio.

Ho vissuto con un padre con disturbo ossessivo compulsivo (doc)

Rossella Sardi, autrice del volume La mia vita con un «PADRE DOC», ha vissuto per anni accanto al padre affetto da disturbo ossessivo compulsivo sostenendolo e sopportandolo e ad un certo punto ha scelto di raccontare la sua particolare e coinvolgente esperienza in un libro appena pubblicato. L'abbiamo intervistata per voi.

disturbo ossessivo compulsivo intervista a rossella sardiIl DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo) è un disturbo subdolo e poco noto tra la gente comune e, oltre che alla persona che ne soffre, può nuocere pesantemente anche ai suoi familiari.

Rossella Sardi autrice del volume La mia vita con un «PADRE DOC»(A Tu per Tu - Edizioni Psiconline, in tutte le librerie) è una di questi: una figlia che ha combattuto la sua piccola ma difficile lotta contro l’inconsistenza e l’illogicità del «disordine sotto forma di ordine» che affliggeva suo padre. Ne riporta la testimonianza, presentando le proprie esperienze di vita, a tratti disperanti, e le sue riflessioni.

I sintomi del DOC e altri problemi psicolgici nei giovani

Essere impegnati in comportamenti ripetitivi e ritualistici è una componente tipica dello sviluppo infantile.

DOC

Tuttavia, i comportamenti che portano allo sviluppo di sintomi ossessivi e compulsivi possono rappresentare un bandiera rossa per serie condizioni psichiatriche.
I ricercatori del Lifespan Brain Institute (LiBI) che fa parte del Children's Hospital of Philadelphia (CHOP) e la Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania, hanno scoperto che bambini ed adulti con sintomi ossessivi e compulsivi che erano stati inoltre riconosciuti avere dei pensieri dannosi, avevano maggior probabilità di esperire delle psicopatologie, come depressione e idee suicidarie.

Impatto del Disturbo Ossessivo – Compulsivo (DOC) sui familiari.

Il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), caratterizzato da comportamenti ripetitivi, come accendere e spegnere più volte la luce prima di entrare in una stanza o pulire in modo compulsivo, assume un impatto significativo non solo nei bambini che ne sono affetti, ma anche nei genitori.

DOC e familiari

I risultati di una recente ricerca, pubblicata online sul Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psichiatry mostrano come l’DOC influenzi l’intera famiglia, attraverso cambiamenti nella routine, stressanti interazioni sociali per il figlio e il peggioramento delle performance lavorative dei genitori. La ricerca suggerisce anche che tali effetti potrebbero essere indotti dalla modalità di alcuni genitori di rispondere ai problemi dei figli.

La diffidenza nelle esperienze passate e sintomi ossessivo-compulsivi

Nuove scoperte potrebbero aiutare i pazienti e i fornitori di cure a comprendere comportamenti apparentemente irrazionali

Le persone con sintomi ossessivo-compulsivi più elevati possono essere più diffidenti rispetto alle loro esperienze passate, portando ad una maggiore incertezza, indecisione e comportamenti esplorativi, secondo una nuova ricerca presentata in PLOS Computational Biology di Isaac Fradkin della Hebrew University of Jerusalem, Israel, and colleagues.

La mia vita con un «PADRE DOC»

padre DOCIl DOC è un disturbo subdolo, che fino a pochi anni fa era poco studiato e poco noto, soprattutto tra la gente comune. Oltre che alla persona che ne soffre direttamente, può nuocere anche a chi ne vive a contatto.

Ossessioni e Doc? (1495812648162)

LaLalla, 28le risposte dellesperto

 

 

 

 

domanda

 

 

Grazie in anticipo a chiunque rispondera e spero questo avvenga in prima possibile. Riassumere in un contesto simile quello che è il mio problema risultera difficile ma cerchero di provarci.

HO 28 anni, sono una persona molto sensibile e soggetta al malessere psichico, Soffro, almeno in questo preciso momento della mia vita, di forti ossessioni legate alla sfera sessuale e quella aggressiva. S innesca nella mia mente un ripetuto circolo vizioso di pensieri astratti che hanno come base la paura di poter esser attratta sessualmente da bambini o da cose o esseri viventi o persone di qualsiasi genere eta, etnia o legame sanguigno e idem scene astratte di poter fare male a qualcuno a me vicino... i timori sulla presunta ed efferata aggressivita sono quasi sempre legati a persone a cui tengo...

ROCD: Disturbo Ossessivo Compulsivo da Relazione

In una relazione amorosa non è affatto un fenomeno isolato quello di esperire preoccupazioni ossessive riguardanti l'adeguatezza del partner o della relazione stessa.

rocd 1Tali preoccupazioni, stanno assumendo un ruolo importante tanto da configurare un fenomeno patologico distinto: il Disturbo Ossessivo Compulsivo da Relazione (Relationship Obsessive Compulsive Disorder, ROCD).

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Richiesta di sessione di terap…

Daniele C., 24 anni     Ciao, sono un ragazzo di 24. Ho dei problemi a gestire rabbia e nervosismo e la cosa ha un effetto negativo su di me e ...

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters