Pubblicità

Articles Tagged ‘giochi’

I giochi per cellulare possono essere utilizzati per rilevare i segni di un declino cognitivo

Una nuova ricerca condotta dall'University of Kent mostra che i giochi popolari per telefoni cellulari potrebbero fornire un nuovo strumento per aiutare i medici a individuare i primi segni di declino cognitivo, alcuni dei quali potrebbero indicare l'insorgere di condizioni gravi come la demenza.

giochi cellulare declino cognitivo

Studiando il legame tra i gesti di "tocco", "scorrimento", "rotazione" durante il gioco e le prestestazioni cognitive degli utenti, la ricerca mostra che la velocità, la lunghezza e l'intensità di questi movimenti sono correlate alla funzione cerebrale. In particolare, l'esecuzione di questi gesti rivela informazioni chiave sulle capacità di ricerca visiva dei giocatori, flessibilità mentale e inibizione delle loro risposte. Tutti offrono indizi sulla salute generale del cervello degli individui.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e problemi sociali (1572…

Nadarmozc, 32     Gentili dottori,è da qualche tempo che avverto uno strano fenomeno, di duplice natura.Quando sono fuori casa (Assolutamente la ...

Problema cellulare (1572545674…

Marta 16, 19     Buonasera, chiedo un consiglio per la situazione che sto vivendo con il ragazzo con cui mi sento da vari mesi. Ci siamo scontrat...

senza via di uscita 2 (1572361…

straniero66, 53 Vi ho già scritto in precedenza e ho avuto la vostra risposta “SENZA VIA DI USCITA (1571319488503)”. Continuo a stare male, attualmente io ...

Area Professionale

Articolo 42 - il Codice Deonto…

Si conclude su Psiconline.it, con il commento all'art.42 (vigenza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana ha s...

Articolo 41 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.41 (Osservatorio Permanente) prosegue, su Psiconline.it, il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 40 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.40 (pubblicità professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo ...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters