Pubblicità

Articles Tagged ‘interazione’

Le tappe dello sviluppo sociale del bambino

Una descrizione delle tappe fondamentali dello sviluppo sociale del bambino nel primo anno di vita nella relazione con la figura di riferimento

sviluppoLo sviluppo sociale riguarda “il modo in cui i bambini interagiscono con gli altri, e quindi gli schemi di comportamento, i sentimenti, gli atteggiamenti e i concetti manifestati dai bambini in relazione alle altre persone e al modo in cui questi diversi aspetti variano durante la crescita”.
Schaffer (1996).

Perché è importante scambiare battute con i bambini piccoli?

Scambiare forme di conoscenza, competenze, relazioni e performance

dialogo genitore figlioScambiarsi battute o messaggi informali e spontanei, spettegolare, scherzare e narrare possono essere attività incredibilmente utili per i bambini.
I ricercatori Betty Hart e Todd Risley hanno scoperto che l’interazione quotidiana tra un genitore e il suo bambino forma il linguaggio e sviluppa il vocabolario. Parlare in modo informale e scherzoso con i bambini amplia le conoscenze e le competenze di questi ultimi, e ha effetti duraturi sulle loro prestazioni nel corso della vita.

Perchè parlare al telefono è meno soddisfacente?

Nuove ricerche hanno trovato una spiegazione sul perchè interagire con qualcuno faccia a faccia possa essere più efficace rispetto alla comunicazione via telefono.

telefono

Lo studio di Gentiana Sadikaj e D.S Moskowitz "I hear but i don't see you: Interacting over phone reduces the accuracy of perceiving affiliation in the other" è stato pubblicato nel giornale "Computers in Human Behavior".

Riflessioni psicoanalitiche sull'autismo

Secondo la prospettiva psicoanalitica l'autismo può essere inquadrato come il fallimento di quei processi evolutivi determinati da alcuni primi eventi nell'interazione madre-bambino che giocano un ruolo importante nella formazione delle strutture mentali necessarie allo sviluppo delle relazioni oggettuali.

Riflessioni psicoanalitiche sullautismoLa psicoterapia psicoanalitica dell'autismo come argomento ha una presenza minima nelle moderne discussioni teoriche e pratiche, cosa che è evidente anche nella revisione della letteratura contemporanea.

Questo stato è evidente nel fatto presentato da Louis Ruberman che i dibattiti scientifici e professionali contemporanei sulla psicoterapia psicoanalitica dell'autismo sono principalmente ridotti alla questione del suo ruolo storico nello sviluppo del trattamento dell'autismo.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attività motoria, che compare spe...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

News Letters